menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Villa De Luca

Villa De Luca

Villa De Luca inagibile: quattro anni trascorsi invano

Ancora chiuso il palazzo del '700 che doveva diventare sede della Municipalità. Spesi 100mila euro per la riqualificazione, ma nel frattempo i codici di sicurezza per i locali pubblici sono cambiati

Un deposito di fotocopiatrici. Una villa del '700 custodisce carte e attrezzature della III Municipalità. Eppure Palazzo De Luca doveva diventare la sede del parlamentino. Attualmente, però, è chiuso. Dichiarato inagibile.

Negli ultimi quattro anni sono stati spesi 100 mila euro per la riqualificazione. Ma non sono bastati. Perché nel frattempo i codici di sicurezza per i locali pubblici sono cambiati. Una normativa nuova, introdotta dopo il terremoto dell'Aquila, impedisce la riapertura di Palazzo De Luca. Occorrerebbero nuovi fondi che attualmente non sono disponibili.

Al civico 68 di Via Nuova San Rocco, sulla collina di Capodimonte, si trova la vecchia proprietà dei duchi Lieto: 1200 metri quadrati su 3 piani. Un portone chiuso ed un'insegna: soprintendenza al polo museale. Un'etichetta che segnala vecchi laboratori di restauro, ora dismessi.

Nel 2008 fu restaurato il secondo piano della villa, da destinare alla municipalità. Dopo poche settimane, al piano superiore, si aprirono delle lesioni. I lavori furono interrotti. Nel frattempo, il sisma dell'Aquila aveva reso più rigidi i parametri di sicurezza. Successivamente, una perizia stabilì la necessità di un puntellamento con strumenti in fibra ottica. Tuttavia, la municipalità non ha fondi e Villa De Luca resta chiusa.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento