Cronaca Fuorigrotta / Via Sebastiano Veniero

Vilia Tortora ferita in un agguato: è giallo sul movente

Tre colpi di pistola mentre era in auto a Fuorigrotta. Separata da anni e madre di una bambina, la donna sembra estranea a collegamenti con la criminalità così come i suoi familiari

Vilia Tortora

Ha tutti i contorni del giallo il ferimento di Vilia Tortora, 39 anni, contro la quale ieri pomeriggio due sicari hanno sparato tre colpi di pistola mentre la donna era ferma in auto in una strada del quartiere Fuorigrotta. La donna, che risulta incensurata, era a bordo di una "Peugeot 206" nei pressi di un parcheggio in via Sebastiano Veniero. Poco prima delle 14 dal finestrino del lato passeggeri si sono avvicinati due sicari con il viso coperto da caschi che hanno sparato tre colpi di pistola. Uno ha raggiunto la donna al mento, fermandosi ad una vertebra; l'altro all'occhio sinistro (e non destro, come in un primo momento riferito dai soccorritori) fermandosi alla gola.

La presenza di due persone ferme su una moto, con i caschi in testa, era stata notata già prima dell'arrivo della donna da alcuni testimoni oculari. L'agguato ha richiamato l'attenzione di passanti e genitori della vicina scuola elementare "Andrea Doria". Ci sono state scene di panico e diversi genitori hanno ritirato i figli da scuola. Vilia Tortora è stata trasportata in ambulanza dal 118 all' ospedale "Pellegrini". Prima di essere sedata e intubata ha fatto in tempo a dire qualcosa ai Carabinieri. Le sue condizioni sono gravi e la prognosi è riservata, ma la donna non è in pericolo di vita.


I militari hanno ascoltato un agente di polizia, in servizio alla Scientifica, che si trovava non distante dal luogo dell' agguato, poi sono saliti ai primi piani degli stabili più vicini alla ricerca di testimoni. Sul posto è giunto anche il Comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Marco Minucucci, che ha sentito personalmente alcuni testimoni. La vita di Vilia Tortora, che abita al Rione Traiano, un rione popolare, dove sono attivi clan dediti allo spaccio di droga, non lontano dal luogo dell'agguato, è stata scandagliata. Separata da anni, madre di una figlia, la donna sembra estranea a collegamenti con la criminalità, così come i suoi familiari. Al momento gli investigatori non escludono alcuna pista, compresa quella di una vicenda familiare. Ma le modalità dell' agguato lasciano pochi dubbi sul fatto che i sicari volessero ucciderla. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vilia Tortora ferita in un agguato: è giallo sul movente

NapoliToday è in caricamento