menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Giovanni: "Vergognoso vietare il concerto a Pontida"

Lo scrittore interviene contro la decisione di Rfi di non concedere un terreno individuato dai movimenti come possibile area per il concerto

Si inserisce anche lo scrittore Maurizio De Giovanni nel dibattito che sta animando le ultime ore riguardo il concerto antirazzista che doveva vedere come protagonisti diversi artisti a Pontida. Lo scrittore napoletano si è schierato contro la decisione di Rfi di non concedere il terreno di sua proprietà individuato come possibile area per la realizzazione dello spettacolo. Il concerto, voluto da diverse realtà associazionistiche e centri sociali napoletani e del Sud Italia, doveva svolgersi il prossimo 22 aprile prima del famoso raduno di Pontida della Lega Nord.

La contro-iniziativa non ha al momento però un posto dove essere realizzata e lo scrittore ha scelto da che parte stare. «È una vergogna, la nostra è un'offerta culturale, un regalo pacifico di un concerto di musicisti di valore internazionale, un ponte in risposta a un muro. Privare i cittadini di questo vuol dire che non si può essere considerato un buon amministratore. Non si imbavaglia un sentimento come non si imbavaglia la storia di un Paese».  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento