rotate-mobile
Cronaca

Napoli sempre più blindata: 500 telecamere per una maggiore sicurezza

L'assessore alla Sicurezza ha annunciato un incremento di 200 apparecchi di videsorveglianza in tutte le municipalità. Alla Polizia Municipale il compito di individuare le zone più a rischio

Cinquecento telecamere “sorveglieranno” 24 ore su 24 le zone più a rischio delle varie municipalità. Questa la decisione dell’assessore comunale alla Sicurezza, Giuseppe Narducci e della giunta che è stata annunciata durante una seduta monotematica convocata dal presidente della commissione comunale Sicurezza Gaetano Troncone.

Attualmente le telecamere attive sono 311 tra Vomero, Chiaia, centro storico (dove dovrebbero essere istallati altri 40 apparecchi) ed altre parti della città, l’incremento sarà quindi di circa 200 apparecchiature di videosorveglianza, il cui posizionamento ideale sarà individuato dalla Polizia Municipale. Il Collaudo nel rispetto dei PON sicurezza 2007 – 2013 sarà invece principalmente di competenza del Ministero degli Interni.

Le zone individuate per l’istallazione delle telecamere dovrebbero essere: “Barra, 12 telecamere (di cui 3 di sicurezza e 9 di «rilevazione transiti»); Chiaiano, 29 (6 + 23); Pianura, 43 (12+31); Ponticelli, 14 (3+11); San Giovanni, 24 (5+19); Rione Sanità, 21 (6+15); Scampia, 33 (8+25); Secondigliano, 53 (12+41); Soccavo, 48 (10+38); Vasto-Arenaccia, 38 (6+32); Quartieri Spagnoli, 29 (10+19). Ulteriori impianti saranno installati a Stella San Carlo (4), Chiaia (10), San Giovanni (4), San Lorenzo (5), San Ferdinando (2), Pendino (2), Porto (4 + 2), Posillipo (2)”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli sempre più blindata: 500 telecamere per una maggiore sicurezza

NapoliToday è in caricamento