Abusava di due pazienti minorenni: terapista ai domiciliari scoperto su siti pedopornografici

Era già stato arrestato a giugno. La postale ha scoperto che custodiva anche immagini di minorenni con una speciale applicazione

Era stato già arrestato lo scorso giugno con l'accusa di violenza sessuale su minori. Durante la detenzione ai domiciliari continuava però a visitare siti porno con immagini di minorenni e le custodiva e nascondeva grazie ad una speciale applicazione. Per questo motivo è stato portato in carcere un noto terapista di Napoli. Il Gip del tribunale partenopeo ha aggravato la misura ai suoi danni accusandolo anche di pornografia minorile oltre che del già grave reato di violenza sessuale su minore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dipendente di un centro di fisiokinesiterapia, venne arrestato il 3 giugno scorso con l'accusa di aver abusato di due pazienti minorenni durante le sedute. Adesso gli agenti della postale di Napoli hanno scoperto dalla cronologia del suo cellulare che continuava a visitare siti pedopornografici e custodiva le immagini grazie ad un sistema criptato da password.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento