Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

Via Giotto (nei pressi di piazza Medaglie d'Oro) chiusa al traffico veicolare per lo sprofondamento di una parte della strada. Sul posto Vigili del Fuoco e Municipale

(foto Luisa Rossi da Sei del Vomero se)

Un nuovo cedimento di una strada ha interessato Napoli. In via Giotto, al Vomero, a pochi passi da piazza Medaglie d'Oro, la strada ha ceduto proprio a ridosso delle strisce pedonali, creando una voragine. Sul posto sono intervenuti Vigili del Fuoco e Polizia Municipale. 

Non si hanno notizie, al momento, di danni a persone o cose. La strada è stata chiusa al traffico veicolare, causando enormi disagi per chi percorre quest'importante arteria per recarsi al lavoro. 

Secondo quanto riferito dal consigliere Nino Simeone, in mattinata sarebbe avvenuto anche un incidente in via Giotto: uno scooter sarebbe caduto e avrebbe travolto un'anziana signora.

Incidente in via Giotto

Gli autobus C33 e C34, che transitano lungo via Giotto, percorrono via Tarantino, via Tino di Camaino, piazza Medaglie d'Oro e poi tornano lungo il proprio percorso. 

Voragine in via Masoni

Il cedimento arriva a poche ore da quello - ben più grave - di via Masoni, ai Ponti Rossi. Qui un'enorme voragine ha costretto i Vigili del Fuoco a evacuare circa 50 famiglie residenti in zona. Gli sfollati di via Masoni hanno poi lamentato la mancanza di alternative abitative: "Non sappiamo dove andare", hanno detto. 


 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

Torna su
NapoliToday è in caricamento