Emergenza baby-gang, il ministro Minniti a Napoli: "Subito cento unità in città"

Il Prefetto, il questore e il sindaco hanno partecipato al vertice in Prefettura. Minniti: "Non consentiremo alle baby gang di cambiare le abitudini dei giovani napoletani". Di Maio: "Servono operatori sociali"

(Vertice in Prefettura a Napoli, 16 gennaio 2018 / foto Ansa)

È terminato l'attesissimo vertice del Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza in Prefettura. Il Ministro dell'Interno Marco Minniti ha preso parte alla discussione con il sindaco di Napoli de Magistris, il prefetto Carmela Pagano, il comandante dell'Arma Giovanni Nistri e il procuratore Giovanni Melillo. Un vertice resosi necessario per la cosiddetta 'emergenza baby-gang', a seguito degli ultimi preoccupanti episodi di violenza giovanile. E la linea del Governo è quella della repressione: "Invieremo subito i reparti straordinari a Napoli, cento unità destinate al controllo delle zone frequentate dai giovani", ha spiegato il ministro Minniti. "Non consentiremo alle baby gang di cambiare le abitudini dei giovani napoletani", ha aggiunto. Sono undici i ferimenti di giovanissimi avvenuti negli ultimi mesi: dagli spari nei baretti di Chiaia all'accoltellamento di Arturo fino al recente pestaggio di Gaetano a Chiaiano e di un 16enne al Nuovo Policlinico. 

minniti a napoli (3)-2

Una spirale di violenza che preoccupa anche i genitori del centro storico, che hanno inviato una lettera aperta alle istituzioni. "Credo che lì, come in altri posti d'Italia, non si risolve con l'esercito ma con operatori sociali che devono tirar fuori i ragazzi dalla strada". Lo ha detto Luigi Di Maio, candidato premier del Movimento Cinque Stelle. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

  • Igiene orale e difese immunitarie: qual è la connessione?

  • Casatiello napoletano: la ricetta di Enrico Porzio

  • Il lockdown di Valentina Nappi: "Senza mutande a casa col mio ragazzo e un pitone"

Torna su
NapoliToday è in caricamento