menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In spiaggia come al centro commerciale. E a Varcaturo spunta il venditore di aspirapolvere

Tantissime le offerte per i bagnanti, ma il cocco la fa sempre da padrone. Profumi, spruzzini e palloni, assieme a granite, occhiali e cappelli tra gli "evergreen" da spiaggia. Anche i massaggi non passano mai di moda

Occhiali, borse, cappelli, anelli, collane. E poi, ancora, accendini, noccioline, taralli, giocattoli, aquiloni, vestiti, scarpe. Sulle spiagge, ormai, si trova di tutto e di più. Una sorta di centro commerciale on the beach. Eppure, nonostante tutto, il "re" è sempre lui: il cocco. Sei fettine, un euro: l'offerta è standardizzata. Nessuno dei tanti venditori osa mettere meno fette o alzare il prezzo di quella bustina dissetante. Sulle spiagge di Varcaturo il cocco "tira" ancora che è una bellezza. "Coccolatevi" è lo slogan più riuscito, più usato e copiato: difficile sapere se l'ha inventato Giosuè, che sul cocco e le sue qualità abbronzanti ci fa ogni anno una canzone diversa, o Salvatore, che si vanta di venderne 300 bustine al giorno, e beato chi gli crede.

Eppure, tra i tanti e soliti prodotti da spiaggia, quest'anno s'è visto qualcosa di nuovo: il rappresentante della Folletto. Sì, gli aspirapolvere. Quelli che te li ritrovi dappertutto con i loro mini-show, i loro caroselli improvvisati, le loro dimostrazioni a tutti i costi. "Gli appartamenti sono vuoti -spiega uno di loro con l'aspirapolvere a tracolla, sotto il sole cocente-, e noi andiamo direttamente sulle spiagge a proporre i nostri prodotti". Gli affari sembrano andare pure bene, se è vero che, come spiega il rappresentante, "abbiamo preso un bel po' di appuntamenti che poi perfezioneremo a settembre". Una novità, insomma, che ha ovviamente suscitato curiosità e anche qualche battuta: "Usiamoli per togliere le alghe dal mare -scherza un giovane-", mentre un altro ribatte: "Li ho visti dappertutto, ma sulla spiaggia è il massimo".

Anche i profumi raramente si vedono sulle spiagge, eppure il marocchino che li vende ai clienti dei vari stabilimenti la sa lunga: "Vendo solo prodotti falsi -spiega in perfetto italiano-. Cinque euro per un'ottima imitazione. Ho tanti clienti ". Intramontabile, anche se sempre più vietato, il famoso massaggio cinese. Dieci euro per venti minuti, e un corpo tutto oleato per il resto della giornata. E la granita? Un vero e proprio "must": un euro per un bicchiere di ghiaccio con succo d'arancia, limone, fragola o amarena, e non fa niente che quel blocco di ghiaccio non ispiri mai tanta sicurezza dal punto di vista igienico.

Il campionario del supermercato da spiaggia è vario: ci sono sempre i dj con le loro compilation "pezzotto", o il venditore di panini napoletani, o l'africana che in dieci minuti ti riempie la testa di treccine o l'extracomunitario che continua a proporre i tatuaggi con l'hennè. Spruzzini, parei, ventagli e palloni non mancano. Ma quest'anno, almeno per adesso, la novità è proprio l'aspirapolvere. Provare per credere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento