Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Coronavirus, la variante Delta è arrivata in Campania: segnalati nuovi casi

Intensificati i controlli e i tamponi all'aeroporto di Capodichino.

La temuta variante indiana Delta, ritenuta più facilmente trasmissibile, responsabile dell'impennata di contagi che sta colpendo nelle ultime settimane la Gran Bretagna, è arrivata anche in Campania. Gli ultimi tre casi sono stati segnalati a Ercolano e Massa di Somma. In precedenza ne sono stati confermati altri cinque tra Portici e Torre del Greco. Intensificati i controlli e i tamponi all'aeroporto di Capodichino.

Ingressi in Italia: le restrizioni

Il ministero della Salute, Roberto Speranza, ha firmato una nuova ordinanza che:

1) consente l’ingresso dai Paesi dell’Unione Europea e da Stati Uniti, Canada e Giappone con i requisiti del Certificato Verde;

2) prolunga le misure di divieto di ingresso da India, Bangladesh e Sri Lanka;

3) introduce una quarantena di 5 giorni con obbligo di tampone per chi proviene dalla Gran Bretagna.

Cosa succede nella zona bianca

La Campania passa dal 21 giugno in zona bianca. Resta l'obbligo di indossare la mascherina e permane il divieto di assembramenti, ma sono molte le novità. Non c'è più il coprifuoco notturno e ci si può dunque spostare senza limiti di orario. Regole meno vincolanti per i ristoranti: nessun limite alle presenze al tavolo all'aperto, mentre è tollerato un massimo di sei commensali al tavolo se il locale è al chiuso. Non ci sono limiti di orario nelle aperture.

De Luca: "Mascherina all'aperto anche in estate"

"L'ultima è stata una settimana di effervescenza e confusione nella battaglia contro il Covid. In Italia abbiamo realizzato un sistema organizzativo che non funziona e non è il massimo dell'efficienza. E il livello di confusione, quando si parla di Covid nel nostro Paese, non è più tollerabile. Abbiamo chiesto al Governo che parli una sola voce, che non può che essere il Ministero della Salute come in tutti i Paesi civili del Mondo. Alcune comunicazioni degli ultimi giorni sono state demenziali. Su vaccino Astrazeneca, poi, c'è stata grande confusione, che ha prodotto un rallentamento della campagna di vaccinazione. Il Governo ci ha comunicato che si possono fare le seconde dosi con Pfizer o Moderna per gli under 60 vaccinati in prima dose con Astrazeneca. Ora tutte le altre regioni stanno ponendo le domande che abbiamo posto noi una settimana fa. E' sconvolgente la quantità di pecoroni che c'è nel nostro Paese. Siamo alla beatificazione di alcune figure, come quella del Commissario straordinario. I risultati raggiunti sono frutto del lavoro delle regioni. Anzi, per quanto mi riguarda, il ruolo del Commissario influisce in maniera negativa. Per la seconda dose con vaccino diverso da Astrazeneca per gli under 60 mi fido, personalmente, di quanto dice il Prof. Massimo Galli, per cui procederemo in questa direzione". Così il Presidente della Regione Vincenzo De Luca ha fatto il punto della situazione in Campania sull'emergenza Covid e sulla campagna vaccinale nel corso della consueta diretta social del venerdì pomeriggio.

"Ai nostri concittadini raccomando di vaccinarci tutti. C'è stato un rallentamento nella campagna di vaccinazioni dovuto alla confusione proveniente da Roma. In Campania registriamo scarsa partecipazione nella fascia dei cittadini sopra i 60 anni. Questo non va bene. Li invito ad iscriversi alla piattaforma e prenotarsi. Da lunedì saremo in zona bianca anche in Campania e tutta questa ricreazione rischia di essere interrotta tra fine settembre e inizio ottobre. Non credo avremo la stessa situazione di un anno fa, grazie ai vaccini, l'emergenza non sarà di quelle dimensioni, ma rischiamo nuovi contagi e una nuova emergenza. Purtroppo c'è un 15/20% di cittadini che possono contagiarsi perchè hanno scelto di non vaccinarsi. Durante l'estate la movida può essere causa di diffusione del contagio. Occhio, poi, alle varianti e alla riapertura delle scuole. E' per tutti questi motivi che dobbiamo vaccinarci tutti. Se non stiamo attenti e non completiamo la campagna di vaccinazione, a fine settembre/inizio ottobre il rischio è di avere nuovi problemi con l'epidemia da Covid. Noi abbiamo il dovere di spiegare ai cittadini perchè i pericoli sono ancora dietro l'angolo. Per i motivi che ho appena detto, in Campania manterremo l'obbligo della mascherina all'aperto anche in estate", ha proseguito il Governatore. 

Sul trasporto pubblico De Luca ha aggiunto: "Con la zona bianca credo che il Governo darà l'autorizzazione a viaggiare fino all'80% della capienza sui mezzi di trasporto, traghetti, navi e quant'altro". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la variante Delta è arrivata in Campania: segnalati nuovi casi

NapoliToday è in caricamento