rotate-mobile
Cronaca

Non c'è pace per il murale della Tarantina: vandali di nuovo in azione

È durato poche ore il poster con cui lo street artist Vittorio Valiante aveva coperto quanto era stato deturpato della sua opera, dedicata all'ultimo femminiello napoletano

Vittorio Valiante aveva soltanto oggi restituito il volto della Tarantina al murale, ai Quartieri Spagnoli, di cui è l'autore e che è stato nei giorni scorsi oggetto di un raid vandalico. Il poster che aveva apposto sul viso cancellato dell'"ultimo dei femminielli", però, è scomparso nel tardo pomeriggio di oggi.

L'intervista: "Io più napoletana dei razzisti"

"Il vandalismo e la prepotenza non vinceranno - era stato il commento del consigliere regionale Francesco Borrelli, dei Verdi - Vittorio Valiante ha restituito il volto al murale della Tarantina ai Quartieri Spagnoli. Un poster di carta per ridare bellezza ad un'opera deturpata da una mano ottusa e retrograda". "Napoli non è la città che gli omofobi vogliono dipingere e i napoletani, quest'oggi, lo hanno confermato ancora una volta", era stata la conclusione di Borrelli.

Vandali in azione contro il murale della Tarantina

Ma il "restauro" è durato poche ore. La pagina social "Miniera - Quartieri Spagnoli Napoli", ha pubblicato intorno alle 19 la foto del murale come è apparso in serata: nessun poster. Opera di vandali o semplicemente del vento, il dipinto è di nuovo senza volto.

La Tarantina, ottuagenaria transgender partenopea d'adozione, si era vista dedicare l'opera nelle scorse settimane in una cerimonia d'inaugurazione presenziata anche dal sindaco Luigi de Magistris.

valiante-tarantina-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non c'è pace per il murale della Tarantina: vandali di nuovo in azione

NapoliToday è in caricamento