menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il maltempo nella notte (YouTube)

Il maltempo nella notte (YouTube)

Maltempo, travolta dal fango nella notte: muore una 23enne

Valeria Sodano si trovava nella sua automobile a Pollena Trocchia al momento della tragedia. Insieme a lei un'amica che si è salvata aggrappandosi al cancello di una scuola. Un testimone: "Ho sentito le sue urla"

Una vittima del maltempo in Campania. Valeria Sodano, 23 anni, è morta questa notte a a Pollena Trocchia dopo che l'automobile dove si trovava è stata travolta da un fiume di fango. La giovane, studentessa di Lingue a Napoli, si è spenta durante il trasporto in ospedale. Insieme a lei un'amica che si è salvata aggrappandosi al cancello di una vicina scuola elementare. Per lei contusioni e un forte choc, ma le sue condizioni non sono preoccupanti.

LA DINAMICA - Le due giovani stavano rientrando a casa quando si sono trovate improvvisamente in mezzo ad una colata di fango e detriti che scendeva lungo Via del Cimitero, una strada in pendenza che proviene dalle falde del vulcano.  Probabilmente Valeria è scesa dalla macchina per cercare aiuto o studiare una via d'uscita ma il fiume di fango l'ha spinta sotto la vettura dove è rimasta incastrata. La giovane è morta per annegamento come ha confermato la direzione sanitaria di Villa Betania, la clinica dove la ragazza è giunta già priva di vita. Sul suo corpo, diverse escoriazioni di cui alcune al capo che fanno ritenere che la giovane cadendo possa aver sbattuto violentemente. Nei prossimi giorni verrà eseguita l'autopsia.

Su la Repubblica, il racconto di un testimone. "Ero a letto quando ho sentito gridare aiuto, ho visto un fiume spaventoso di acqua e detriti e, in mezzo alla strada, una macchina coperta per metà dalla piena. Dal balcone ho visto l'amica aggrappata al cancello della scuola chiedere aiuto. Dell'altra ragazza, invece, nessuna traccia, l'auto era per metà sommersa dall'acqua. Solo dopo circa mezz'ora, quando il livello dell'acqua si è abbassato dalla macchina, è emerso un giubbotto scuro. Con altri residenti abbiamo sollevato l'auto e abbiamo visto il corpo della giovane. Abbiamo provato a rianimarla con dei massaggi prima che arrivasse l'ambulanza ma la ragazza non dava segni di vita. L'acqua era entrata anche nell'auto".

IL RICORDO - "Valeria era una ragazza come poche, credente, impegnata in chiesa e brava nello studio. Una ragazza semplice e senza grilli nella testa che tra poco si sarebbe laureata", ha raccontato un amico di famiglia. La giovane viveva con la mamma Filomena e gli altri due fratelli a Pomigliano d'Arco. Valeria e la sua amica Angela si conoscevano dall'infanzia e ieri erano uscite per trascorrere la serata insieme.

LE ACCUSE - "Ancora una volta - ha dichiarato Michele Buonomo, presidente di Legambiente - la Campania piange una vittima innocente del maltempo e della natura matrigna. Basta con la Campania della paura e della perenne emergenza. Sembra che le tragedie del passato non siano servite a nulla perché ancora una volta ci troviamo a curare il malato anziché prevenire la malattia. Paghiamo anni di negligenza, malgoverno ed inefficienza con corsi d'acqua e valloni di scolo colmi di rifiuti , una cementifcazione selvaggia ed una manutenzione ordinaria quotidiana del territorio ridotta al lumicino. Da anni assistiamo ad interventi errati di messa in sicurezza che hanno aumentato il rischio invece di mitigarlo, In Campania manca una politica della manutenzione del territorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Vitamina E, Covid e sesso. Cosa sapere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento