rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Pomigliano d'arco

Maltempo, la morte di Valeria. Ipotesi di reato: omicidio colposo

Fascicolo della Procura della Repubblica di Nola: atteggiamenti di incuria che si sono ripetuti nel tempo. I Verdi: "Ai funerali della giovane vistose assenze delle istituzioni provinciali e regionali"

La tragica morte di Valeria Sodano è finita in un fascicolo della Procura della Repubblica di Nola. Ipotesi di reato: omicidio colposo. Perché la giovane, stando alla prima informativa dei carabinieri della tenenza di Ercolano consegnata ai pm del procuratore Paolo Mancuso, sarebbe morta per atteggiamenti di incuria che si sono ripetuti nel tempo, per mancato rispetto del territorio.

Al momento, spiega il geologo Giuseppe Doronzo, non sono chiare le dinamiche del tragico evento. "Ma è noto che a Pollena, al di sotto di via Cimitero, c’è un alveo che viene dal Monte Somma, quindi un alveo tombato. Nell’alveo ci sono addirittura delle costruzioni, purtroppo tale situazione è documentabile nelle decine e decine di alvei che insistono sul complesso vulcanico del Somma Vesuvio. Stiamo parlando delle mirabili opere idrauliche realizzate dai Borboni in poi, afferenti al sistema dei Regi Lagni, ora divenuti nei migliori dei casi pericolosi alveistrada. Molti di questi alvei sono in stato di abbandono e degrado".

Intanto questa mattina si sono svolti i funerali della ragazza. "Al termine della funzione evangelica - fanno sapere i Verdi - ci sono giunte diverse telefonate di protesta dei presenti per le vistose assenze delle istituzioni provinciali e regionali ai funerali. Unico presente il Sindaco di Pomigliano d' Arco che ha fatto un comizio durante la funzione in cui ha osato affermare che probabilmente la morte della giovane è stata colpa del "fato". Una dichiarazione che noi riteniamo indegna e vergognosa. La pulizia delle caditoie e degli alvei è di competenza pubblica e se questi erano ostruiti e maltenuti la causa della tragedia non è del "fato" ma dell' incuria e dell' abbandono dovuti alla cattiva amministrazione".
"Inoltre - continuano Borrelli e Ceparano - il Sindaco di Pollena Trocchia, il comune dove è morta la ragazza, è anche Assessore alla Provincia di Napoli, un doppiopoltronista come d' altronde è lo stesso Presidente della giunta Cesaro, che secondo noi aveva tutti i poteri e gli strumenti per prevenire questa tragedia. L'unica cosa certa è che quel territorio non era e non è sicuro e che nessuno ha fatto nulla per prevenire questo disastro".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, la morte di Valeria. Ipotesi di reato: omicidio colposo

NapoliToday è in caricamento