Cronaca Torre annunziata

Come il clan Gionta forniva la droga ai clan dell'Agro-nocerino-sarnese

Coinvolto nell'inchiesta “Delizia” anche Valentino Gionta, omonimo nipote del fondatore della cosca

C'era anche il clan Gionta tra i principali fornitori di droga dei clan dell'Agro-nocerino-sarnese. A svelarlo è stato il blitz che questa mattina ha portato all'arresto di 56 persone. L'operazione “Delizia” ha dimostrato come il clan di Torre Annunziata riuscisse a essere tra coloro che fornivano lo stupefacente attraverso una rete di corrieri che facevano arrivare la droga nelle piazze di spaccio delle vicine città del salernitano. Una “collaborazione” che è stata documentata anche in altre inchieste e che trova riscontro anche in quest'ultima. Tra gli arrestati figura anche Valentino Gionta, omonimo del fondatore della cosca e uno dei nipoti di quest'ultimo. Oltre al clan di Torre Annunziata c'era anche Nicola Fiore, “'o pallin” di Pagani e Giuseppe D'Auria, nipote di “Peppe saccone”, figura di rilievo anch'egli della camorra dell'area negli anni '80 e ucciso a in un agguato il 25 giugno 1990.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come il clan Gionta forniva la droga ai clan dell'Agro-nocerino-sarnese

NapoliToday è in caricamento