rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Vaiolo delle scimmie, i vaccini arrivano in Italia: ecco a chi è consigliato

In particolare a due categorie. La circolare del Ministro

In Italia salgono a sei le persone (5 a Roma, 1 ad Arezzo) a cui è stata confermata una diagnosi di infezione da vaiolo delle scimmie. Come segnala Today è arrivata una circolare del ministero della Salute dispone di considerare la vaccinazione antivaoiolosa per i contatti a rischio e i sanitari. A firmarla il ministro della Salute Roberto Speranza. Contiene indicazioni su segnalazione, tracciamento dei contatti e gestione dei casi di monkeypox.

E' consigliata per operatori sanitari e contatti a rischio. La vaccinazione post-esposizione (idealmente entro 4 giorni dall'esposizione) al virus del vaiolo delle scimmie "può essere presa in considerazione per contatti a rischio più elevato come gli operatori sanitari, compreso il personale di laboratorio, previa attenta valutazione dei rischi e dei benefici". "L'adozione di contromisure di tipo medico farmacologico, inclusi specifici antivirali - si spiega - può essere presa in considerazione nell'ambito di protocolli di uso sperimentale o compassionevole, in particolare per coloro che presentano sintomi gravi o che possono essere a rischio di scarsi risultati, come le persone immunodepresse".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaiolo delle scimmie, i vaccini arrivano in Italia: ecco a chi è consigliato

NapoliToday è in caricamento