rotate-mobile
Cronaca

Vaccino Covid, "booster" snobbato anche da personale sanitario e insegnanti: i dati

Percentuali per ora molto basse tra coloro che hanno maturato il tempo dalla seconda dose per ricevere la terza

Una percentuale bassissima di persone, nella nostra regione, si sta sottoponendo al richiamo del vaccino contro il Coronavirus, questo nonostante gli appelli del presidente Vincenzo De Luca e il suo tentativo di anticipare i tempi rispetto a quanto stabilito dal commissario nazionale Francesco Paolo Figliuolo.

Sono davvero molto pochi, ad esempio, gli insegnanti ed il personale scolastico che in Campania ha ricevuto la terza dose del vaccino anti-Covid, addirittura l'1,26% del totale, cioè 1.966 persone su 156.018 che hanno maturato il tempo per ricevere il "booster". La situazione migliora nell'ambito della città di Napoli (quindi Asl Napoli 1 Centro) con 414 (21,76%) su 1.902, ma resta un quadro poco incoraggiante. Persino il personale sanitario, ad analizzare i dati dell'Unità di crisi, sta snobbando il "booster": su 109.356 operatori, a ieri risultavano vaccinati con la terza dose 60.586, cioè il 55,4%.

Una situazione dovuta anche allo scetticismo verso il siero anti-virus cresciuto negli ultimi mesi, il tutto mentre cresce l'incidenza dei casi, ora al 3,46% dei tamponi analizzati.

Il bollettino Covid di ieri 8 novembre 2021

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino Covid, "booster" snobbato anche da personale sanitario e insegnanti: i dati

NapoliToday è in caricamento