menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccino AstraZeneca, l'Ema: “Sicuro ed efficace”

Secondo l'Agenzia europea del farmaco i “benefici superano i rischi” ma vanno approfondite le trombosi sospette

Il vaccino anti-Covid di AstraZeneca è "efficace e sicuro", con "benefici che superano i rischi". Tuttavia, "può essere associato a casi molto rari di coaguli di sangue associati a trombocitopenia, cioè bassi livelli di piastrine, con o senza sanguinamento, inclusi rari casi di coaguli nei vasi che drenano il sangue dal cervello (Cvst, trombosi cerebrale dei seni venosi)". Lo spiega l'Agenzia europea del farmaco Ema, evidenziando che "questi sono casi rari". "Circa 20 milioni di persone nel Regno Unito e nello Spazio economico europeo hanno ricevuto il vaccino al 16 marzo", riferisce l'ente regolatorio Ue, e le segnalazioni all'Ema al momento riguardano "solo sette casi di coaguli di sangue in più vasi sanguigni (coagulazione intravascolare disseminata, Dic) e 18 casi di Cvst". Quindi 25 episodi ad oggi, per i quali "un nesso causale con il vaccino non è dimostrato, ma è possibile e merita ulteriori analisi".

Di questi eventi, "nove sono stati mortali", dettaglia l'Ema. "Il Prac ritiene che la comprovata efficacia del vaccino nel prevenire il ricovero in ospedale e la morte per Covid-19 superi la probabilità estremamente ridotta di sviluppare Dic o Cvst", insiste l'agenzia. Tuttavia, il Comitato "intraprenderà un'ulteriore revisione di questi rischi" di trombosi rare, "inclusa l'analisi dei rischi con altri tipi di vaccini anti-Covid, sebbene finora non sia stato identificato alcun segnale dal monitoraggio". L'ente regolatorio "continuerà un attento monitoraggio delle segnalazioni di disturbi della coagulazione del sangue e sono in corso ulteriori studi per fornire più dati di laboratorio e prove del mondo reale", aggiunge l'Ema, garantendo ulteriori comunicazioni se necessario.

"Migliaia di persone in Ue muoiono ogni giorno e abbiamo per questo condotto la nostra revisione" sulle segnalazioni relative al vaccino anti-Covid AstraZeneca "con il livello di priorità più alto. Gli esperti hanno lavorato intensamente per analizzare in gran dettaglio tutti i dati disponibili. Abbiamo mobilitato esperti europei nel campo delle trombosi e delle malattie del sangue per indagare, e lavorato a stretto contatto con le autorità del resto del mondo, inclusa la britannica Mhra.

Le conclusioni scientifiche adottate oggi forniscono agli Stati le informazioni di cui hanno bisogno per prendere una decisione informata sull'uso del vaccino AstraZeneca nella campagna di vaccinazione" anti-Covid. Lo ha sottolineato Emer Cooke, direttore esecutivo dell'agenzia europea del farmaco Ema, oggi durante la conferenza stampa convocata al termine dell'incontro del Comitato per la sicurezza Prac sul vaccino anti-Covid AstraZeneca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento