rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Vaccini, l'allarme di Verdoliva (Asl Na 1): "Poche adesioni per le terze dosi"

Il direttore generale ha parlato anche di chi ha ricevuto Astrazeneca o J&J

Sono ancora poche le adesioni alla terza dose del vaccino anti Covid a Napoli. A dirlo, in un'intervista su Radio CRC, è il direttore generale dell'Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva. “Abbiamo raccolto l’invito del presidente De Luca e abbiamo offerto in tutti i punti vaccinali a tutti i lavoratori della scuola la possibilità di ricevere una terza dose, la cosiddetta dose booster. Gli unici punti sono appartenere alla categoria degli operatori scolastici ed avere ricevuto la seconda dose da almeno 6 mesi. Speriamo in un’adesione massiva. 

Siamo giunti al secondo giorno per le terze dosi, abbiamo avuto circa due mila adesioni, che sono un po’ poche. Ricordo che non c’è bisogno di prenotazione. Abbiamo fatto questa scelta per evitare che ci fossero grandi problemi. Basta fare un semplice conto della distanza dei sei mesi. Non c’è nemmeno il vincolo territoriale.

Se dovessimo avere un cittadino residente in posti diversi, lo vaccineremmo lo stesso. Non c’è più quella rigidità degli inizi. Voglio sottolineare che le persone che non hanno fatto un vaccino con tecnologia adenovirale come Astrazeneca o Johnson&Johnson saranno sottoposti a vaccinazione eterologa ad M-RNA”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, l'allarme di Verdoliva (Asl Na 1): "Poche adesioni per le terze dosi"

NapoliToday è in caricamento