Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Vaccini, de Magistris contro De Luca: "Il primo imbucato è stato lui"

Il sindaco di Napoli torna a criticare l'operato del presidente della Regione

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, è tornato a parlare della questione vaccini. Il primo cittadino non ha perso occasione per criticare l'operato del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. "Le dichiarazioni di De Luca degli ultimi giorni sono molto gravi. Sa bene che non può vaccinare prima il procidano o l’artigiano. Così illude alcune categorie", dichiara il sindaco a La Radiazza.

"Ormai è chiaro a tutti - ha continuato - che la pandemia è un tema nazionale e che lo Stato deve garantire uniformità. De Luca crea un conflitto con il Governo che in questo momento non serve a nessuno, perché il piano vaccinale deve essere nazionale e portato avanti con criteri oggettivi. Il Governo finora non ha garantito l’unità territoriale, continua a tollerare discriminazioni regionali e differenze inaccettabili. Speriamo che quello che dice Figliuolo finalmente si possa applicare, cioè un piano vaccinale uniforme su tutto il territorio nazionale".

Poi, un ultimo affondo nel commentare il caso Sputnik: "Qualche giorno fa De Luca ha detto che avrebbe vaccinato con lo Sputnik e sa bene che non può avvenire. Noi parliamo di imbucati ma alla fine il primo imbucato è stato lui. Uno che salta la fila e si fa il vaccino prima di quelli che ne hanno diritto, che esempio può dare? C'è la sensazione che ognuno può fare quello che vuole".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, de Magistris contro De Luca: "Il primo imbucato è stato lui"

NapoliToday è in caricamento