Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Covid, le conseguenze dei vaccini a mRNA sono lievi e ad esito favorevole: lo studio

Le miocarditi e pericarditi sono eventi rari. Nello studio coinvolta anche l'Università di Napoli

Le miocarditi e pericarditi potenzialmente associate a vaccinazione mRNA contro il COVID-19, in particolare con vaccino ad mRNA Pfizer-BioNTech (BNT162b2) e Moderna (mRNA-1273) sono eventi rari, con manifestazioni generalmente lievi e ad esito favorevole. E' quanto conferma Il Giornale Italiano di Cardiologia che pubblica un Expert Opinion della Società Italiana di Cardiologia, curato da una quindicina di esperti, tra i quali Gianfranco Sinagra (Centro Diagnosi e Trattamento Cardiomiopatie, Università Trieste), Giuseppe Mercuro (Dip.Scienze Mediche e Sanità Pubblica, Università Cagliari), Pasquale Perrone Filardi del Dip.Scienze Biomediche Avanzate, Università di Napoli. L'incidenza stimata è di 1 caso per 100mila individui, ovvero oltre 10 volte inferiore a quella delle miocarditi non riconducibili a vaccini

L'incidenza

Il tasso stimato, seppur basso, è più elevato in soggetti con meno di 30 anni, completamente immunizzati e di sesso maschile (40 per milione tra uomini e 4,2 tra donne). Dai 30 anni in su, i tassi si riducono a 2,4 e 1,0 per milione, rispettivamente in uomini e donne. Il bilancio rischio/beneficio è nettamente a favore della vaccinazione contro il Covid.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, le conseguenze dei vaccini a mRNA sono lievi e ad esito favorevole: lo studio

NapoliToday è in caricamento