Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Giugliano in campania

Imprenditori minacciati e picchiati: in manette due usurai di Giugliano

Hanno 57 e 60 anni i due usurai arrestati: avrebbero negli anni prestato soldi a interessi altissimi a tre imprenditori in difficoltà economiche. Le indagini sono cominciate dopo il suicidio di un imprenditore

Usura ed estorsione aggravata nei confronti di tre diverse vittime: sono queste le accuse che hanno portato all'arresto di due persone, 57 e 60 anni, di Giugliano. Le indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord sono iniziate a seguito del suicidio di un imprenditore di Giugliano, avvenuto nel luglio 2018. La vittima era coperto da debiti usurari e sottoposto a pressanti minacce.

I due (che risultano indagati in concorso) avrebbero costretto tre imprenditori, in difficoltà economiche, ad accettare condizioni gravose pur di ricevere in prestito il denaro. Non riuscendo più a fronteggiare le richieste degli usurai, gli imprenditori venivano minacciati e, in un'occasione anche aggredite: un imprenditore fu picchiato con una mazza da baseball.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditori minacciati e picchiati: in manette due usurai di Giugliano

NapoliToday è in caricamento