Usura e minacce a imprenditore, un arresto nel clan Pianese

Chiedeva interessi per 1500 euro al mese oltre alla somma capitale prestata

I carabinieri della stazione di Qualiano hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Napoli Nord su richiesta della locale procura, nei confronti di P.C. - 53enne del posto - ritenuto contiguo al clan “Pianese”: è indagato per i reati di usura ed estorsione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Agli inizi del 2016 aveva prestato 20mila euro ad un imprenditore dell’area nord di Napoli. Per ripianare il debito, aveva preteso per la prima porzione di debito di 11mila euro interessi per 1500 euro al mese oltre alla somma capitale. Per i restanti 9mila, gli interessi mensili ammontavano a 750 euro. Avvalendosi del potere intimidatorio del clan, il 53enne dichiarava alla vittima che il denaro fosse destinato agli affiliati detenuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doccia fredda Tocilizumab, Ascierto: "Nessun risultato statisticamente significativo"

  • Temporali d'agosto in arrivo a Napoli: temperature giù di 10 gradi

  • Mascherine all'aperto obbligatorie nel napoletano: scatta l'ordinanza

  • Fabio Fulco convola a nozze: l’attore di Un Posto al Sole sposerà Veronica

  • Il Coronavirus torna a far paura, due morti: il più giovane aveva 45 anni

  • Ritrovata dopo 24 ore di ricerche, Claudia è in coma farmacologico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento