Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Sorrento

A Punta Campanella spunta l'uovo gigante di calamaro

Teca ovarica di un metro di diametro con migliaia di embrioni. Primo avvistamento in Italia e la notizia fa il giro del mondo. Mare sempre più ricco di biodiversità da preservare

A prima vista sembra venir fuori da un film di fantascienza, invece quello che è stato scoperto dai due sub napoletani Daniele Castrucci e Edoardo Ruspantini del TGI Diving Sorrento, mentre facevano immersione nella riserva marina della zona, è una strabiliante teca ovarica gigante di calamaro.

L’enorme uovo trasparente, di circa un metro di diametro, contiene migliaia di embrioni, ma ancora non è stata identificata la specie esatta di appartenenza tra le 26 conosciute. I subacquei sono riusciti a fare foto e video, ma soltanto il prelievo di un campione avrebbe consentito di chiarire con esattezza di che esemplare si tratti. Per adesso le ipotesi sono due: che questa femmina appartenga alla famiglia degli Ommastrefidi , presente in Mediterraneo con 4 specie chiamate tutte più comunemente “totano”, oppure (ipotesi questa di certo più affasciante) che si abbia a che fare con una specie mai stata presente nei nostri mari, il "Notodarus gouldi" .


La notizia impazza già su web e fa il giro del mondo, del resto gli avvistamenti di qualcosa di simile sono assai rari (gli ultimi in Norvegia e Nuova Zelanda) e in Italia si tratta del primo in assoluto. Di certo questa incredibile scoperta conferma che la nostra area marina è ricca di meravigliose biodiversità, un patrimonio inestimabile da preservare, un’oasi da tutelare con ogni mezzo e risorsa disponibile in una regione dove la pesca di frodo è ai primi posti nella classifica italiana per questo tipo di reati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Punta Campanella spunta l'uovo gigante di calamaro

NapoliToday è in caricamento