Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Universiadi, indagini sull'utilizzo delle navi e sui trasporti

Al momento non risultano configurate ipotesi di reato

La Procura di Napoli sta indagando su alcuni atti amministrativi e affidamenti durante le Universiadi di Napoli tenutesi dal 2 al 14 luglio. I pm della sezione Reati contro la pubblica amministrazione Henry John Woodcock e Francesco Raffaele hanno puntato la loro attenzione sulla scelta di ospitare gli atleti sue due navi da crociera ormeggiate nel porto di Napoli e sul servizio di trasporto degli atleti, dello staff e degli accreditati gestito attraverso taxi, vetture a noleggio e minivan tra i villaggi degli atleti e le sedi di gara.

A tal proposito i pm hanno chiesto all'Aru (Agenzia regionale Universiadi) degli atti riguardanti alcuni dei passaggi amministrativi e degli affidamenti durante le Universiadi. Al momento non risultano configurate ipotesi di reato.

Il chiarimento

"Al momento nessuno della struttura è stato convocato dai magistrati. C'era problema di concentrare 8mila atleti in un unico posto con grosse difficoltà tempistiche", spiega Basile commissario delle Universiadi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Universiadi, indagini sull'utilizzo delle navi e sui trasporti

NapoliToday è in caricamento