rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023

Dal crollo del cimitero alla frana di Ischia: un anno di cronaca (VIDEO)

Le vittime di Casamicciola sono il simbolo di dodici mesi intensi e difficili per il territorio di Napoli e provincia. Abbiamo provato a condensarli in pochi minuti

Cronaca nera, politica, sport, tragedie, piccoli e grandi risultati. Il 2022 sarà ricordato per molte cose. L'addio alle restrizioni Covid, il primo dei nuovi treni della Linea 1 della metropolitana, la sede universitaria di Scampia. Ma è stato anche l'anno segnato dalle 12 vittime della frana di Casamicciola, dal femminicidio di Rosa Alfieri, 23enne di Grumo Nevano, dell'omicidio di Giovanni Guarino, ucciso dal branco a 19 anni, dei due crolli del cimitero di Poggioreale, dalla guerra in Ucraina. Abbiamo provato a sintetizzare il 2022 in un video di pochi minuti con le immagini più significative. 

Gennaio

L'anno è stato subito segnato da un episodio negativo. Il 5 gennaio è crollata un'intera congrega del cimitero di Poggioreale. A causare il crollo sarebbe stata un'infiltrazione nel cantiere sotterraneo della metropolitana. Il Cimitero è rimasto chiuso fino a settembre e il recupero delle centinaia di salme procede ancora a rilento. Gennaio è stato anche il mese dell'avvio del programma vaccinale anti-Covid per i bimbi della fascia 5-11 anni, un passo decisivo per frenare l'avanzata del virus in ambienti scolastici. 

Il 31, invece, è il giorno di un efferato delitto di camorra: un duplice omicidio in un parco del Rion don Guanella. Un commando di fuoco uccide Pasquale Torre e Giuseppe Di Napoli. Il primo era un esponente di spicco del clan Lo Russo, diventato collaboratore di giustizia. 

Febbraio

A Grumo Nevano, il primo giorno del mese, la 23enne Rosa Alfieri viene uccisa dal vicino di casa Elpidio D'Ambra e nascosta nell'appartamento di lui.

Il 22 febbraio arriva una bella notizia, Zeudi Di Palma da Scampia è la nuova Miss Italia. Purtroppo, due giorni dopo scoppia la guerra in Ucraina, con l'arrivo di migliaia di profughi a Napoli. 

Marzo

I primi bus di profughi ucraini sono segnalati per i primi di marzo. Sono decine le storie che NapoliToday ha raccontato in merito alle fughe disperate dai territori di guerra. Marzo è anche il mese in cui il premier Mario Draghi giunge in città per firmare il Patto per Napoli, l'accordo che salva il Comune dalla bancarotta. 

Aprile-maggio

La città celebra l'inaugurazione della nuova piazza Municipio (7 aprile), anche se molti cittadini si dicono delusi per il troppo cemento. La provincia si tinge ancora di rosso sangue: l'11 aprile Giovanni Guarino, 19 anni, viene ucciso da due minorenni in un parco giochi di Torre del Greco per futili motivi. 

Maggio comincia con l'incendio nell'ex mercato ortofrutticolo di Napoli (il 2), da dove sono costrette a scappare centinaia di famiglie rom accampate all'interno. A fine mese (il 26), riapre una parte della biblioteca dei Girolamini, alla presenza del ministro Franceschini. 

Giugno-luglio

Orrore in via Mezzocannone il 16 giugno, quando una donna di 61 anni viene uccisa a coltellate dal figlio adottivo che soffre di disturbi psichiatrici. Dopo il folle gesto, il ragazzo è uscito fuori al balcone con le mani insanguinate. A fine giugno scompare Andrea Covelli, giovane di Pianura. La famiglia pensa subito al peggio e il 2 luglio, in una campagna circostante, viene ritrovato il corpo senza vita.

Luglio è anche il mese in cui comincia la campagna elettorale per le politiche di settembre. Enrico Letta (Pd) è tra i primi leader nazionali e giungere a Napoli. Il 21 gli allevatori di bufale percorrono il lungomare di Napoli con i loro trattori per protestare contro le politiche della Regione in tema di brucellosi: molti dei capi abbattuti per la malattia sarebbero in realtà sani. 

Settembre-ottobre

Settembre è il mese del rush finale della campagna elettorale. Giuseppe Conte (21 settembre) e Giorgia Meloni (23) si gettano tra le folle di sostenitori partenopei. In mezzo, la manifestazione ambientalista di Friday for future che porta in strada a manifestare migliaia di studenti. 

A fine settembre si torna a parlare di sangue. Nel cortile di una scuola di Melito viene ritrovato morto il docente Marcello Toscano. A ucciderlo è stato un collaboratore scolastico dopo il rifiuto di un prestito. 

A ottobre apre la sede universitaria di Scampia (il 17), ma nello stesso giorno crolla un'alta ala del cimitero di Poggioreale: stavolta la colpa non sarebbe da attribuire al cantiere della metro, bensì all'incuria degli edifici. Il 18 è il giorno della messa in servizio del primo nuovo treno della metropolitana, mentre il 24 ottobre 80mila giovani e meno giovani cominciano il concorsone al Comune. 

Novembre-dicembre

Dopo 18 mesi si chiudono le indagini sulla morte di Ugo Russo, il ragazzo di 16 anni ucciso da un carabiniere dopo aver tentato una rapina ai suoi danni. Per i pm, il militare, indagato per omicidio volontario, ha sparato a Ugo alle spalle. Il 25 novembre argentini e napoletani si ritrovano ai Quartieri spagnoli per il secondo anniversario della morte di Maradona. 

Il 26 gli occhi del mondo sono su Ischia: la pioggia ha causato una frana che dal monte Epomeo è scesa a valle a una velocità tale da tranciare le case. Alla fine delle ricerche i morti saranno 12. Le famiglie delle vittime rifiutato i funerali di stato e il 7 dicembre iniziano le cerimonie per le vittime che si concluderanno il 10. 

Si parla di

Video popolari

Dal crollo del cimitero alla frana di Ischia: un anno di cronaca (VIDEO)

NapoliToday è in caricamento