Edicolante ucciso da un extracomunitario: targa alla sua memoria nella stazione della metro

Fatale per l'edicolante un pugno in pieno volto sferrato da un 32enne

Foto Marigliano

Si è tenuta nella stazione della metropolitana di Chiaiano una cerimonia organizzata dal Comune, in collaborazione con Anm, in memoria di Ulderico Esposito, l'edicolante della stazione vittima di una violenta aggressione subita all'interno della stazione della metro di Chiaiano. L'uomo perse la vita dopo un'agonia in ospedale durata un mese al Cardarelli.

Fatale per l'edicolante un pugno in pieno volto sferrato da un 32enne extracomunitario che venne arrestato dalla polizia. Presenti alla cerimonia, la moglie Daniela e le figlie Lucia e Alessia, oltre al sindaco di Napoli Luigi de Magistris, all'assessore comunale ai Giovani Alessandra Clemente, al Questore di Napoli Alessandro Giuliano, al Vice Prefetto aggiunto di Napoli Anna De Luna, al Comandante della Polizia Locale del Comune di Napoli Ciro Esposito, al Sindaco di Mugnano Luigi Sarnataro e lal'Amministratore Unico dell'Anm Nicola Pascale e alla Municipalità 8.

ulderico esposito-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Targa

Alla memoria di Esposito è stata dedicata una targa commemorativa realizzata da Anm. Presenti anche i giovani della Parrocchia di San Giacomo Apostolo di Calvizzano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Lutto in Prefettura, muore 65enne nel giorno del suo compleanno

Torna su
NapoliToday è in caricamento