Ucraina, bimbi del campo profughi con le maglie del Napoli |VIDEO

La donazione della scuola calcio Spartak San Gennaro è stata consegnata durante la nona missione umanitaria a Leopoli di Mediterranea Saving Humans

Decine di bimbi ucraini con la maglia del Napoli. E' un'immagine che arriva da Leopoli, dove si sta svolgendo la nona missione di aiuti umanitari in Ucraina di Mediterranea Saving Humans, nell’ambito del progetto “Med Care for Ukraine”. Un'azione che vede il team napoletano in prima linea. §A donare maglie e palloni è stato lo Spartak San Gennaro, la scuola calcio che accoglie ragazzi di quartieri popolari.

Le attività di supporto e aiuto ai profughi di guerra promosse dall’associazione italiana garantiscono anche l’assistenza sanitaria di base nei campi profughi di Leopoli, grazie ai medici e infermieri volontari che si avvicendano da agosto dello scorso anno.

La nuova missione è arrivata a Leopoli dove ha iniziato a distribuire gli aiuti umanitari. “Abbiamo iniziato dal campo profughi informale di Striskjpark, dove nelle palestre del Politecnico di Leopoli vivono oltre 200 persone in condizioni molto dure” spiegano Laura Marmorale e Denny Castiglione, coordinatori dei progetti di Mediterranea in Ucraina. “Abbiamo portato oltre al cibo, vestiti e prodotti per l’igiene, anche palloni da calcio e le magliette del Napoli campione d’Italia - raccontano gli attivisti italiani - grazie a una donazione della scuola calcio popolare Spartak San Gennaro di Napoli, abbiamo portato un sorriso alle decine di bambini che vivono in questo campo. Il calcio è uno sport che unisce e regala sprazzi di felicità, e questi bambini ne hanno tanto bisogno. Le loro famiglie sono scappate dalle città occupate dall’esercito russo, molti loro familiari sono morti, qui vivono tutti insieme su brande separate solo da lenzuola e teli”. 

Altri giochi sono stati donati a tutti i bambini e le bambine del campo profughi. Altri palloni da calcio sono stati consegnati, insieme a cibo e prodotti per l’igiene, al campo profughi informale presso la parrocchia S.Giovanni Paolo II nel quartiere di Solonka, sempre a Leopoli.

Le attività di Mediterranea in Ucraina hanno un bacino di utenza di migliaia di persone e diversi partner territoriali. L’associazione italiana è stata tra le prime a intervenire in Ucraina dal marzo del 2022 e non ha mai interrotto i suoi progetti.
 

Si parla di

Video popolari

NapoliToday è in caricamento