rotate-mobile
L'opinione

Ucciso in commissariato: “Il poliziotto ha agito correttamente”

Così ha commentato il vicepresidente alla Camera di Fdi, Alfredo Antoniozzi

"Capisco il dolore della mamma del ragazzo morto in Questura a Napoli ma la signora sa che il poliziotto ha agito correttamente, peraltro sparando alle gambe proprio per evitare che lei morisse. Invocare giustizia in questo caso è inaccettabile, giacche un servitore dello Stato ha fatto il proprio dovere per difendere la vita della signora". È quanto afferma Alfredo Antoniozzi, vice presidente del gruppo parlamentare di Fratelli d'Italia alla Camera.

"Il ragazzo, come ha dichiarato la stessa mamma, era sotto effetto di droghe con un chiaro scompenso psicotico - osserva Antoniozzi -, se è negato addirittura alla polizia difendere, in estrema ratio, l'incolumità pubblica, non avendo alcuna volontà di uccidere, significa che non ci siamo. Siamo certi che la sua iscrizione nel registro degli indagati per omicidio colposo sia un atto dovuto che si concluderà con l'archiviazione", conclude Antoniozzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso in commissariato: “Il poliziotto ha agito correttamente”

NapoliToday è in caricamento