Uccisa dal marito a Miano, Mattarella: "Violenza per distorte mentalità di dominio"

Nella giornata internazionale della donna, il presidente della Repubblica interviene sugli ultimi atroci casi di femminicidio verificatisi in Italia. Tra questi l'omicidio di Fortuna Bellisario, consumatosi ieri a Miano

Omicidio Miano (Foto Ansa)

Sergio Mattarella, intervendo alle celebrazioni per la Festa Internazionale della donna, al Quirinale, si è espresso anche sui recenti femminicidi, che hanno scosso l'opinione pubblica e che hanno tristemente riguardato anche Napoli e provincia: "Non possiamo continuare ad assistere inerti alla violenza nelle case e nelle strade. Ancora ieri, nel nostro Paese, sono state assassinate due donne, Alessandra e Fortuna (Bellisario), vittime di una violenza prodotta da distorte e criminali mentalità di possesso e dominio. La violenza contro le donne è, secondo l'Onu, una delle più gravi e diffuse violazioni dei diritti umani".

Fortuna, uccisa dal marito/VIDEO

Omicidio in casa

La polizia di Napoli ha arrestato nella serata di ieri il marito Vincenzo Lopresto di 41 anni, con l'accusa di aver assassinato Fortuna Bellisario al termine di una lite. L'uomo, durante l'interrogatorio ad opera del sostituto procuratore Ernesto Sassone, che sta coordinando le indagini, ha confessato di essere l'assassino della moglie. La procura partenopea gli contesta l'accusa di omicidio volontario. Secondo i primi rilievi della scientifica, la 36enne sarebbe stata colpita e uccisa con un corpo contundente.

L'arma del delitto 

L'arma del delitto, che secondo alcune indiscrezioni in ambienti investigativi potrebbe essere una stampella di ferrro, è stata sequestrata e verrà sottoposta a tutte le analisi del caso. Già nel corso della chiamata al 118 l'uomo aveva fornito un primo indizio raccontando agli operatori di aver picchiato la donna fino ad ucciderla. 

Le foto sul luogo del delitto 

Le reazioni del quartiere

Intanto l'intero quartiere è sotto shock. Al momento dell'uscita della vittima dalla palazzina a due piani dove risiedeva con l'uomo e i tre figli, una donna ha urlato che contro i presenti rei di non aver fatto nulla per salvarla. Alcuni hanno anche raccontato che il marito era molto geloso. Al contrario altri residenti hanno dichiarato di non aver mai sentito rumori sospetti e urla dalla casa della coppia. Secondo le loro testimonianze quella di Fortuna era una famiglia tranquilla e nemmeno oggi hanno sentito nessun rumore sospetto. Alcuni di loro hanno addirittura dichiarato di essersi accorti del delitto dopo aver ascoltato la notizia al telegiornale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

morta miano-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Nuova ordinanza di De Luca: pubblicato il testo e le linee guida (I DOCUMENTI)

Torna su
NapoliToday è in caricamento