Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Uccise il cognato durante lite con la moglie, chiesto il rinvio a giudizio

L’udienza per il 41enne di Giugliano è fissata per ottobre. E' accusato di omicidio preterintenzionale

La procura della Repubblica di Napoli Nord ha chiesto il rinvio a giudizio per un 41enne di Giugliano accusato di omicidio preterintenzionale del cognato. L’udienza è fissata per il prossimo 3 ottobre davanti al giudice Antonino Santoro. I fatti si sono verificati nell’agosto del 2018. Il 41enne stava litigando con la moglie quando intervenne il fratello di quest’ultima per tentare di bloccare l’uomo.

L'omicidio

Ma la lite proseguì e fu proprio il cognato ad avere la peggio: prima venne scaraventato a terra, poi gli venne staccata la cannula che gli consentiva di respirare a seguito di operazione di tracheotomia. Quest’azione gli provocò un’insufficienza cardio-respiratoria che ne provocò la morte. Per questo motivo è stata aperta un’indagine per omicidio ed ora il 41enne di Giugliano (difeso dall’avvocato Gennaro Caracciolo) rischia di finire sotto processo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise il cognato durante lite con la moglie, chiesto il rinvio a giudizio

NapoliToday è in caricamento