Pozzuoli, turisti derubati di soldi e documenti: li ospita il sindaco

La vicenda è avvenuta a Pozzuoli. Dopo l'appello delle vittime sui social è scattata la solidarietà e la vicinanza dell'amministrazione

Disavventura con lieto fine a Pozzuoli per una famiglia di turisti piemontesi, due genitori col figlio 13enne. Erano all'esterno della Solfatara, accompagnata da una guida, quando – presi dallo scattare foto e video della zona – hanno dimenticato lo zaino con dentro documenti, carte di credito e soldi sul muro perimetrale dell'area.

Se ne sono resi conto praticamente subito, ma arrivati sul posto la brutta sorpresa: lo zaino era a pochi metri da dove l'avevano lasciato, su di un cespuglio, completamente svuotato.

È subito partito un appello sui social per provare a recuperare almeno i documenti con i titoli di viaggio per poter rientrare a Cuneo, un appello che ha letto e cui ha risposto l'amministrazione della cittadina flegrea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco Vincenzo Figliolia e l'assessore al Turismo Stefania De Fraia si sono immediatamente attivati per fornire assistenza ai turisti. Li hanno invitati a pranzo in un locale del centro storico con vista sul tempio di Serapide, nonché ospitalità – la sera – per lo spettacolo in programma al Rione Terra nell'ambito dell'estate flegrea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • SuperEnalotto da capogiro a Bacoli, vincita da mezzo milione

  • Protesta Whirlpool, operai bloccano l'imbocco dell'A3: auto incolonnate

  • Nuova ordinanza di De Luca: confermato il coprifuoco e stop all'asporto

  • Tragedia della strada in via Arenaccia, c'è una vittima

  • Polmonite bilaterale senza patologie pregresse a 32 anni: "Ho visto il mio amore avere fame di ossigeno"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento