Cronaca

Turismo, la crisi risparmia la Campania

Trivago ha incontrato gli albergatori a Napoli per un bilancio sul fascino che, online, esercita la regione: un terzo tra chi viaggia al sud sceglie la Campania. E dormire in albergo costa il 5% in più

Ischia

Ischia, Napoli e Sorrento: questa la classifica campana tHDT, "trivago Hotel Destination Trends", delle mete più ricercate nell’ultimo anno sul portale hotel trivago.it. A riferirlo è stata la stessa azienda, durante l’incontro formativo che si è tenuto oggi con gli albergatori napoletani al Best Western Paradiso di Napoli, occasione per fare il bilancio dell’appeal “in rete” della Campania.

“La Campania risponde molto bene in termini di ricerche e traffico sul nostro network – ha spiegato Giorgia Valagussa, Hotel Manager di trivago – concentrando ben il 36% di share sul totale delle Regioni italiane del Meridione che offrono più o meno la stessa tipologia di prodotto, tra mare e arte, come Calabria, Puglia, Sardegna e Sicilia. Questo vuol dire che più di un viaggiatore su tre, che decide di viaggiare nell’Italia meridionale, sceglie la Campania”. Un mercato che sembra non conoscere crisi: in controtendenza col resto del Paese gli alberghi campani hanno aumentato il listino del 5%, passando da una media di 106€ a notte a una di 111€.

Tornando a quanto i turisti cercano su trivago.it, la Campania supera Sicilia (27%), la Puglia (20%), la Sardegna (11%) e la Calabria (6%). In particolare, le destinazioni top dell’ultimo anno sono state Ischia, quasi al 19% delle ricerche sul totale Campania; Napoli al 18%, Sorrento al 10% e Capri al 7%. “Destinazioni molto diverse – continua Valagussa – Napoli è la regina dell’autunno e dell’inverno, mentre Ischia spopola in estate tra gli italiani. Sorrento è la preferita dagli inglesi. Capri, con capacità alberghiera nettamente inferiore alle destinazioni precedenti, si difende comunque molto bene ed è particolarmente amata, soprattutto da inglesi e francesi”. Seguono Salerno, Positano, Amalfi, Caserta, Palinuro e Paestum.

Diversa, invece, la classifica delle mete più economiche. Facendo una media annuale dell’indice prezzi per il 2012 solo per la Regione Campania, la più economica è stata Caserta, dove una camera in hotel è costata al turista mediamente 79€ a notte; seguono Salerno (85€) e Napoli (93€). Capri, al contrario, si distingue per essere la meta campana più cara (un prezzo medio di 195€ a notte).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, la crisi risparmia la Campania

NapoliToday è in caricamento