menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Istituto Pascale

Istituto Pascale

Tumori: "Il 60% dei pazienti con melanoma è vivo dopo 2 anni"

I dati presentati a Napoli nella sesta edizione del "Melanoma Bridge", il convegno internazionale organizzato dall'Istituto Pascale e dalla Fondazione Melanoma

Grazie a una nuova molecola immuno-oncologica, nivolumab, il 70,7 per cento dei pazienti affetti da melanoma è vivo a un anno e il 57,7 per cento a due anni. Si tratta di un risultato straordinario, mai raggiunto in precedenza, visto che la sopravvivenza mediana in stadio metastatico era di appena 6 mesi, con un tasso di mortalita' a un anno del 75 per cento.

I dati dello studio sono presentati a Napoli nella sesta edizione del "Melanoma Bridge", il convegno internazionale organizzato dall'Istituto Pascale e dalla Fondazione Melanoma che riunisce fino al 5 dicembre più di 200 esperti da tutto il mondo.

"L'immuno-oncologia - ha spiegato Paolo Ascierto, direttore dell'Unità di Oncologia Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative del Pascale e presidente della Fondazione Melanoma - stimola il sistema immunitario a combattere con piu' forza il tumore. Inoltre non e' necessario selezionare i pazienti in base all'espressione di una proteina, PD-L1, perché nivolumab funziona anche in quelli che non la presentano".

Su dati relativi alla sopravvivenza libera da progressione. "Si tratta di un parametro molto importante, è strettamente legato all'esito favorevole a lungo termine, cioà alla sopravvivenza. A un anno il 44,3 per cento dei pazienti trattati con nivolumab à libero da progressione, a 24 mesi il 39,2 per cento. Questi dati indicano che l'effetto della terapia si mantiene nel tempo e ci fanno supporre che una percentuale simile di pazienti, vicina al 40 per cento, possa cronicizzare la malattia. Oggi questo risultato e' raggiunto dal 20 per cento delle persone colpite".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento