Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Tumori, nuovi dati choc: donne e giovani i più colpiti

I dati arrivano dall'oncologo napoletano Antonio Giordano: incremento di cancro alla mammella del 6,4 per cento. Le patologie si sviluppano anche tra giovanissime, in età pre-screening, ovvero tra i 25 e i 39 anni e tra i 40 e i 44 anni

Medico

Record di tumori in Campania. Antonio Giordano, oncologo napoletano impegnato tra l’Italia e gli Stati Uniti, riceve il premio «Grande Ippocrate» (promosso da Unamsi e Novartis) come ricercatore dell’anno, ed eccolo svelare in anteprima i risultati dell’ultimo studio sulla nostra regione.

I numeri, sottolinea Gerardo Ausiello del Mattino, parlano chiaro: in alcune aree della regione - in particolare nelle province di Napoli e Caserta - si registra un incremento di cancro alla mammella del 6,4 per cento e le patologie si sviluppano anche tra giovanissime, in età pre-screening, ovvero tra i 25 e i 39 anni e tra i 40 e i 44 anni. Nel solo 2008 in Campania sono stati 1.885 gli interventi chirurgici per tumori al seno contro i 1.100 del 2001. Un dato elevato anche rispetto alla media nazionale: sempre nel 2008 in Italia sono state effettuate 45mila operazioni per nuovi casi di cancro contro le 38mila di sette anni prima. Giordano parla di territorio avvelenato.

"Questa regione e tutto il Sud sono stati e continuano ad essere la pattumiera del Paese. Ciò che provoca danni gravissimi non sono i rifiuti urbani, bensì quelli tossici, che arrivano anche dal Nord e che gli amministratori locali non sono stati in grado di fermare". Occhi puntati anche su suoli e falde acquifere: in molti siti acque e terreni sono gravemente inquinati a causa della presenza di pesticidi, metalli e altre sostanze tossiche.


Come superare, dunque, quest’emergenza? Per Giordano occorre mettere in campo un piano in due mosse: da un lato le bonifiche, dall’altro massicci interventi di prevenzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tumori, nuovi dati choc: donne e giovani i più colpiti

NapoliToday è in caricamento