rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Cronaca Castellammare di stabia

Cinque rumeni percepivano indebitamente il Reddito di Cittadinanza: scatta il sequestro

Avrebbero intascato 89mila euro tra gennaio 2020 e ottobre 2021

 La guardia di finanza di Torre Annunziata ha sequestrato la somma di circa 89mila euro a cinque persone di nazionalità rumena, indagati per truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche: avrebbero percepito indebitamente il Reddito di Cittadinanza tra il mese di gennaio 2020 e il mese di ottobre 2021.

Tutti residenti nel Comune di Castellammare di Stabia, in base a quanto ricostruito dall'Inps gli indagati avrebbero dichiarato, contrariamente al vero, di essere residenti in Italia da almeno dieci anni. Due di loro avrebbero anche falsamente attestato di essere residenti in Italia in modo continuativo negli ultimi due anni, considerati al momento della presentazione della domanda, e per tutta la durata dell'erogazione del beneficio.

Alla luce di quanto emerso è stata chiesta ed emessa la sospensione del beneficio e il sequestro della somma che avrebbero indebitamente percepito.

L'oggetto del sequestro

Nel corso dell'esecuzione del provvedimento cautelare reale, sono stati sequestrati 21mila e 300 euro, di cui 8mila in contanti e 13mila e 300 in autoveicoli. Ulteriori disponibilità finanziarie sono in via di quantificazione sui rapporti bancari risultati riconducibili agli indagati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque rumeni percepivano indebitamente il Reddito di Cittadinanza: scatta il sequestro

NapoliToday è in caricamento