menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Trucco del pongo (foto Cinquequotidiano)

Trucco del pongo (foto Cinquequotidiano)

Ecco la “truffa del pongo”, l'ultimo raggiro ai danni degli automobilisti

Non solo si rinnova la famigerata truffa dello specchietto, ma fa capolino un nuovo potenziale classico tra i raggiri stradali: una pallina di pongo può costare alla vittima centinaia di euro

Non c'è pace per gli automobilisti. Non solo i truffatori pare abbiano messo a punto una versione ancora più articolata della famigerata “truffa dello specchietto”, ma – a quanto pare – esiste una new entry in fatto di raggiri stradali.

Si tratta di quella che è stata definita la truffa del “pongo”. Vediamo come funziona. Mentre si è alla guida sorpassando un'auto, si sente un rumore secco – come se un sasso avesse colpito la propria vettura. Subito dopo, la macchina sorpassata inizia a lampeggiare. A quel punto la “vittima” si ferma, prestando il fianco al raggiro: il conducente dell'auto sorpassata insiste che lo sportello dell'altra vettura si è aperto durante il sorpasso, danneggiandogli la macchina.

Che la vittima ci creda o meno, sul fianco della sua vettura pare esserci una prova inequivocabile dell'incidente, una striscia bianca lunga almeno cinquanta centimetri. Del resto, l'altra auto appare effettivamente danneggiata. È una truffa: semplicemente, è stata lanciata una pallina di pongo contro la portiera dell'auto della potenziale vittima così da creare la “striscia bianca”, questo mentre l'autore del raggiro è al volante di una macchina già danneggiata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento