rotate-mobile
Cronaca

Truffa del falso incidente, si finge un maresciallo dei carabinieri ma viene tradito dalla zoppia

"Suo figlio ha avuto un incidente, servono 1300 euro", la scusa per approcciare un'anziana

Aveva finto di essere un maresciallo dei carabinieri, facendosi consegnare denaro da un'anziana teatina, a cui aveva raccontato che il figlio aveva avuto un incidente stradale. Il truffatore, un 48enne di Napoli, è stato arrestato nella sua città dai carabinieri di Chieti principale, insieme ai militari della sezione operativa del Nor della compagnia di Chieti.

Il 48enne avrebbe messo a segno il colpo con la complicità di un altro uomo, anch'egli napoletano. Lo scorso 26 maggio, aveva telefonato alla pensionata teatina di 79 anni, raccontando di essere un maresciallo dei carabinieri intervenuto dopo un grave incidente stradale in cui era rimasto coinvolto il figlio della donna. Le aveva poi chiesto la somma di 1.300 euro per affrontare le spese dell'incidente ed evitare l'arresto del figlio. Così la signora, preoccupata, si era precipitata all'ufficio postale a prelevare il denaro richiesto per sopperire ai presunti danni provocati dal congiunto. Dopo aver consegnato i soldi, aveva capito che era una truffa e si era rivolta ai carabinieri. L'uomo poi è stato identificato grazie ad una evidente zoppia, come riporta ChietiToday.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa del falso incidente, si finge un maresciallo dei carabinieri ma viene tradito dalla zoppia

NapoliToday è in caricamento