rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Treni soppressi sulla tratta Napoli-Torre-Poggiomarino: il caso arriva in Consiglio regionale

Interrogazione della capogruppo di Forza Italia, Annarita Patriarca, sui disservizi della Circumvesuviana

«Convocare in commissione Trasporti il presidente Eav, Umberto De Gregorio, per chiare le cause dei disservizi che stanno pesantemente penalizzando gli utenti della tratta Napoli-Torre Annunziata-Poggiomarino e per conoscere i tempi di ripristino integrale della linea ferroviaria». A chiederlo è il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale della Campania, Annarita Patriarca, in una lettera indirizzata al presidente della IV commissione consiliare, Luca Cascone.

«L'abolizione improvvisa dei convogli tra Torre Annunziata e Poggiomarino rappresenta un danno per i pendolari di ben sette fermate (Boscotrecase, Boscoreale, Pompei santuario, Scafati, San Pietro, Cangiani e Poggiomarino) ai quali è stato offerto un servizio di treni navetta sostitutivo che, incredibilmente, sabato scorso è stato a sua volta soppresso per mancanza di personale, e rimpiazzato da un servizio bus».

«Bisogna assolutamente evitare, in un momento di grave crisi sanitaria, che i trasporti pubblici siano esposti al rischio di sovraffollamento», ha continuato l'esponente azzurro, «ed è necessario che il management di Eav adotti tutte le misure necessarie per consentire ai viaggiatori di raggiungere le destinazioni in maniera confortevole e sicura, e soprattutto senza ritardi».

«L'azienda ha il dovere di informare gli utenti sui tempi necessari per il recupero della funzionalità della tratta e di illustrare, inoltre, la strategia del management per risolvere le inefficienze che caratterizzano da troppo tempo, purtroppo, l'intero esercizio».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treni soppressi sulla tratta Napoli-Torre-Poggiomarino: il caso arriva in Consiglio regionale

NapoliToday è in caricamento