Tram frontiera (attuabile) della mobilità sostenibile: lettera aperta a Napolitoday

Le proposte di Stefano Buono (Capogruppo Verdi al Consiglio Comunale di Napoli)

Riceviamo e pubblichiamo l'interessante lettera aperta indirizzata a NapoliToday da Stefano Buono (Capogruppo Verdi al Consiglio Comunale di Napoli), per migliorare la mobilità a Napoli.

"Gentile Direttore, una mobilità sostenibile è più vicina di quanto pensiamo: non nei fatti, quanto nelle potenzialità. E l'alternativa esiste già ma appare dormiente, ed è il servizio tranviario cittadino gestito dalla Anm. Ad oggi, è stato annunciato per settembre il ripristino dei percorsi San Giovanni-Via Colombo, Via Colombo-Piazza Nazionale e Piazza Nazionale-San Giovanni. Ma è altrettanto strategico ed indifferibile che lo stesso avvenga per il servizio delle tratte via Colombo-piazza Sannazaro e piazza Nazionale-Poggioreale-Stadera. Il parco tranviario napoletano conta infatti ben 51 vetture tranviarie (22 tram Sirio e 29 tram a carrelli Ct139K) ferme ormai da tre anni, ed è indispensabile riportarle in esercizio. Lo richiede la necessità di una mobilità eco-sostenibile, ma lo impongono anche i risvolti economici e pratici che il loro mancato utilizzo ha determinato sulla mobilità napoletana. Mi riferisco agli autobus sostitutivi sottratti ad altre linee e ai costi di manutenzione di un patrimonio tenuto inattivo per troppo tempo. Su via Acton, la soluzione auspicabile sarebbe il ripristino del percorso con cordoli di protezione della corsia preferenziale centrale e annessa ripulitura dell’armamento esistente: più praticabile di costose alternative quali, per esempio, lo spostamento della sede tranviaria con lateralizzazione dei binari. Allo stesso modo, potendo superare il cantiere della metropolitana all’emiciclo di Poggioreale riportando il tram fino a via Stadera su una tratta inaugurata appena sei anni fa (2013) e subito dopo sospesa (con grandi disagi per gli abitanti della zona), proponiamo di consentire inizialmente ai tram bidirezionali Sirio di arrivare a ridosso dell’Emiciclo di Poggioreale, previa installazione di uno scambio all’altezza del fabbricato INAIL che consenta alle vetture di cambiare binario ed invertire la marcia verso il capolinea opposto. È importante ricordare che sussisteva una precisa prescrizione per la quale si sarebbe dovuto garantire il collegamento tranviario su via Stadera, come pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.  "Durante l'esecuzione dei lavori di costruzione della stazione dovrà essere garantita la continuità dell'esercizio tranviario di attraversamento dell'emiciclo di Poggioreale, per garantire i collegamenti tra via Poggioreale e via Stadera". Per quanto riguarda il recupero funzionale della tratta Colombo-Vittoria, è necessario intervenire sui portali della galleria Vittoria liberandoli dai ponteggi installati anni fa per interventi manutentivi. Il raggiungimento dell’anello di piazza Vittoria consentirebbe di utilizzare le vetture a carrelli monodirezionali anche sulla linea 4 da San Giovanni, e non più solo sulla linea 2 San Giovanni-Piazza Nazionale. In una seconda fase (o anche contemporaneamente) la costruzione dei tratti di binari mancanti antistanti la Villa Pignatelli e Arco Mirelli consentirebbe il ritorno a piazza Sannazaro, dove andranno ripuliti dall’asfalto i binari ricoperti. Ci sembra la soluzione più naturale, quasi scontata, e inspiegabilmente inattuata: l’intera tratta Vittoria-Sannazaro è stata rinnovata negli anni 2007-2008 senza che il tram l’abbia ancora mai percorsa. In conclusione, il recupero del sistema tranviario può garantire alla città un servizio di metropolitana di superficie con servizio capillare ad alta frequenza di passaggi, complementare alle linee di metropolitana tradizionale (linee 1 e 2) o leggera (linea 6), sostituendosi agli autobus che potrebbero essere impiegati su altri percorsi non serviti da linee su ferro. Il tutto utilizzando infrastrutture già esistenti e con la sola previsione di piccoli interventi: in sostanza, a costo quasi zero".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stefano Buono Capogruppo Verdi al Consiglio Comunale di Napoli

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento