Tragedia Solfatara, il sindaco di Meolo sulle vittime: "Erano sempre tutti sorridenti"

La cittadina di origine della famiglia nel veneziano piange le tre vittime. Arriva anche il cordoglio del sindaco

Un'intera cittadina colpita dalla tragedia accaduta sul Vulcano Solfata dove ha perso la vita la famiglia Carrer. Meolo, il paesino di origine della famiglia in provincia di Venezia, è rimasto paralizzato dopo l'arrivo della notizia della morte delle tre persone sprofondate in un crepaccio nei pressi del cratere. «Non riusciamo ancora a metabolizzare quanto è accaduto» ha dichiarato una parente di Tiziana Zaramella, la 42enne veneta che ha perso la vita insieme al marito Massimiliano Carrer di 45 anni ed al figlio Lorenzo, undicenne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A scriverlo è Venezia Today che sta raccogliando le prime testimonianze nella provincia veneta sconvolta, come quella napoletana, dal diffondersi della notizia. «Erano una famiglia solare, tutti sorridenti. E' un colpo durissimo» ha continuato la donna. Anche la prima cittadina di Meolo, Loretta Aliprandi ha espresso il cordoglio nei confronti della famiglia promettendo tutto il sostegno necessario ai parenti.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

Torna su
NapoliToday è in caricamento