Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Traffico internazionale di rifiuti: sei persone arrestate tra Napoli e Gorizia

Smaltite illegalmente 4.500 tonnellate di rifiuti speciali. Le due società avevano sede nei due comuni

Sei persone sono state arrestate per traffico illecito di rifiuti dai carabinieri e della guardia di finanza che hanno eseguito le sei misure di custodia cautelare personale disposte dal gip di Trieste, su richiesta della Direzione distrettuale Antimafia di Trieste. Gli arrestati sono accusati di aver preso parte a un traffico illecito di rifiuti trasnazionale. Le indagini sono partite con il sequestro di un capannone industriale stracolmo di rifiuti da parte dei carabinieri di Gorizia e sono state condotte dai Carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale insieme al Ros e ai finanzieri del Gico di Trieste e dello Scico di Roma.

I sei sono accusati di aver smaltito illecitamente 4.500 tonnellate di rifiuti speciali, ovvero balle di un metro cubo l'una di rifiuti plastici provenienti da un impianto di recupero di una società del bellunese e da un'area dismessa a Borovnica, abbandonandoli in un capannone industriale a Mossa nel goriziano di proprietà di due società con sede a Napoli e a Gorizia. Contestualmente è stato eseguito il sequestro preventivo di beni per circa un milione di euro nella disponibilità degli indagati. In corso perquisizioni in Veneto, Friuli Venezia Giulia e Campania.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico internazionale di rifiuti: sei persone arrestate tra Napoli e Gorizia

NapoliToday è in caricamento