Cronaca

Traffico di droga dei clan dalla Spagna all'Italia: 44 arresti

A finire in manette esponenti di spicco dei Di Lauro, Amato-Pagano, Polverino, Mazzarella, Ferrara, Cuccaro e Carfora. I primi operano nell'hinterland e nella zona Nord di Napoli,l'ultimo nella provincia di Caserta

Carabinieri

Quarantaquattro persone affiliate a clan di camorra che importavano droga dalla Spagna in Italia sono state arrestate dai Carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna in una vasta operazione scattata nella notte a Napoli e Campania. Tra gli arrestati vi sono esponenti di spicco dei clan Di Lauro, Amato-Pagano, Polverino, Mazzarella, Ferrara, Cuccaro e Carfora. I primi operano nell'hinterland e nella zona Nord di Napoli; l'ultimo nella provincia di Caserta.

I Carabinieri hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli per i reati, contestati agli arrestati a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga e di spaccio di stupefacenti con l'aggravante della transnazionalità. Nelle indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, i Carabinieri hanno raccolto elementi sull'esistenza di gruppi criminali subordinati ai clan del capoluogo campano che, per conto di questi ultimi, gestivano l'importazione di consistenti quantitativi di droga dalla Spagna e il rifornimento delle piazze di spaccio di Scampia, Melito, Marano, Mugnano e di altre regioni italiane. Contatti fra alcuni clan della camorra napoletana e la mafia siciliana, in particolare il mandamento Brancaccio di Palermo, sono stati accertati dai Carabinieri nelle indagini che hanno portato all'arresto di 44 persone la scorsa notte in Campania. I contatti - stando a quanto documentato dai Carabinieri - erano finalizzati all'importazione di cocaina e hashish dalla Spagna all'Italia, nella zona di Napoli dove veniva spacciata o da dove veniva trasferite in altre regioni.


I SEQUESTRI -  Yacht ormeggiati nel golfo di Napoli e case di lusso sulla collina di Posillipo, nel capoluogo campano. Il valore complessivo dei beni sequestrati è di circa 60 milioni di euro. Vi sono anche conti correnti bancari in varie città italiane, auto di grossa cilindrata, motociclette e altri beni proventi del traffico internazionale di droga. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di droga dei clan dalla Spagna all'Italia: 44 arresti

NapoliToday è in caricamento