rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024

Traffico in tilt dopo il concerto di Tiziano Ferro. Usb: "Non c'erano mezzi pubblici"

La denuncia del sindacato: "Il Comune aveva predisposto il prolungamento solo per le funicolari: scelta sbagliata"

Lunghe code ieri sera a Napoli dopo il concerto di Tiziano Ferro. Il quartiere Fuorigrotta e le zone limitrofe sono state paralizzate dall'enorme afflusso di automobili che cercavano la via del rientro. Una denuncia arriva dal sindacalista Marco Sansone dell'Usb lavoro privato: "Ieri sera, in occasione del concerto di Tiziano Ferro allo stadio Diego Armando Maradona, il Comune di Napoli ha chiesto ad ANM i prolungamenti delle sole Funicolari. Diversamente da quanto previsto in occasione della festa scudetto del Napoli, non sono stati richiesti, e quindi previsti, prolungamenti della metropolitana Linea 1 e del trasporto di superficie. L'ANM, in verità, in fase di interlocuzione con Comune di Napoli e Prefettura di Napoli per pianificare il trasporto in occasione dei grandi eventi, aveva suggerito la necessità di garantire un servizio intermodale che permettesse una maggiore mobilità ai partecipanti per raggiungere l'evento e poi ritornare a casa, ma, inspiegabilmente, né la Proprietà dell'ANM, né tanto meno la Prefettura, che ha la responsabilità dell'ordine pubblico, hanno ritenuto necessario garantire anche il servizio su ferro e su gomma. I risultati sono quelli di una zona flegrea letteralmente paralizzata dal deflusso di fine evento, in quanto, evidentemente, i partecipanti, per evitare di restare a piedi come in occasione dei concerti dei Coldplay, hanno preferito muoversi con le proprie auto"

Video popolari

NapoliToday è in caricamento