rotate-mobile

Il 'disastro" delle Torri Aragonesi: con le reti l'immondizia ora è a livello strada|VIDEO

L'ultimo intervento di bonifica delle Torri Aragonesi realizzato dal Comune di Napoli nelle ultime settimane del 2022 (con l'invio di una task force) sembrava aver posto posto rimedio all'annoso problema. Per evitare l'accumulo di rifiuti erano anche state installate delle reti di protezione, ma dopo pochi mesi la situazione appare sempre critica.

"Con una rete volevano risolvere (sigh!) l'atavico degrado delle Torri Aragonesi. E invece lo hanno peggiorato. La monnezza adesso non si accumula più nel fossato delle storiche torri ma emerge a vista d'occhio. Il tutto per la "gioia" dei turisti che si divertono a fotografarla", denuncia Alfredo Di Domenico (Bukaman) che da anni cerca di sensibilizzare l'opinione pubblica sullo stato in cui versano le Torri Aragonesi ormai da decenni.

Torri Aragonesi

Le Torri Aragonesi erano il fiore all'occhiello della città di Napoli. Invalicabili per i nemici, sono state nel corso dei secoli eliminate per esigenze urbanistiche. Quelle che ancora resistono allo scorrere del tempo sono a rischio a causa dell'incuria. Le torri "Brava e Spinelli" di via Marina si sono ritrovate ai nostri giorni al centro del trafficato e cruciale asse viario cittadino e il prato che le circonda bivacco per clochard e discarica a cielo aperto.

Video popolari

Il 'disastro" delle Torri Aragonesi: con le reti l'immondizia ora è a livello strada|VIDEO

NapoliToday è in caricamento