rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Torre annunziata

Torre Annunziata ritrova il suo mare: città di nuovo balneabile dopo 40 anni

Era dal 1973 che in città vigeva il divieto di balneabilità. Le analisi dell'Arpac hanno dato ragione alle amministrazioni che hanno lavorato per individuare e chiudere gli scarichi abusivi della zona

Torna balneabile dopo 40 anni, il mare di Torre Annunziata. L'Asl Napoli 3 Sud ha comunicato al sindaco del Comune vesuviano, Giosué Starita, che - in virtù delle analisi effettuate sui prelievi delle acque del litorale oplontino da parte dell'Arpac - il tratto di mare che va dalla zona di villa Tiberiade (conosciuta anche come "Capo Uncino") ai confini con la vicina Torre del Greco, fino al molo di Ponente del porto, è balneabile.
Si tratta della zona in cui si trovano tutti i lidi della cittadina.

Il sindaco ha così firmato l'ordinanza che dispone la revoca immediata del divieto di balneazione. Negli anni il Comune e la Capitaneria di porto hanno lavorato in sinergia per procedere all'individuazione e alla successiva chiusura dei diversi scarichi abusivi che sversavano a mare. "Dal 1973, anno del colera - si legge in una nota diramata dall'ufficio Stampa del Comune di Torre Annunziata - il mare cittadino non era balneabile. Gli importanti lavori per l'eliminazione degli scarichi fognari consentono il recupero di una straordinaria risorsa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Annunziata ritrova il suo mare: città di nuovo balneabile dopo 40 anni

NapoliToday è in caricamento