Tornelli a bordo dei bus: via alla sperimentazione di Eav

L'annuncio della società di trasporto pubblico locale campano

Dal 20 maggio prossimo partirà un nuovo sistema sperimentale di controllo accessi a bordo degli autobus Eav, effettuato con tornelli installati su un numero limitato di veicoli. 

I tornelli, posti all’altezza dell’obliteratrice in prossimità della porta anteriore, sono dotati di due bracci orizzontali e luci a led che emettono luce rossa. Per poter accedere nel corridoio dell’autobus, l’utente dovrà posizionarsi davanti ai tornelli ed obliterare il biglietto o accostare la tessera di abbonamento all’obliteratrice. Quest’ultima, una volta verificata la validità del titolo, darà il consenso per l’apertura dei bracci che ruoteranno verso il basso, mentre i led diventeranno verdi fino al passaggio dell’utente.

Immediatamente dopo i led torneranno a proiettare luce rossa ed i bracci torneranno in posizione orizzontale a chiusura del varco. Qualora i bracci dei tornelli dovessero essere forzati al fine di accedere senza idoneo titolo di viaggio, i led di colore rosso inizieranno a lampeggiare mentre un segnale acustico intermittente allerterà il conducente di quanto sta accadendo. Per la discesa dall’autobus l’utente dovrà servirsi, secondo quanto già previsto, della porta posteriore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Le società di Trasporto Pubblico Locale, in Campania ma non solo, tra i vari problemi che sono impegnate a risolvere quotidianamente, hanno quella della lotta all’evasione tariffaria, che sottrae, alle casse societarie, milioni di euro, che poi mancano per gli investimenti, per l’acquisto di nuovi autobus e quant’altro serve in termini di efficienza. La situazione in Eav è in linea con quanto avviene in Regione. Nel settore autolinee, per le caratteristiche intrinseche del trasporto, i tassi risultano molto condizionati dal contesto socio-culturale. Al fine di poter utilizzare ulteriori strumenti, Eav ha deciso, tra le prime in Italia, di sperimentare, sugli autobus, i cosiddetti "Tornelli di bordo", installati all’altezza dell’obliteratrice/validatrice collocata subito dopo il posto di guida. Trattandosi di sperimentazione, in una prima fase sono stati equipaggiati solo 6 autobus. Gli stessi, al fine di poter misurare l’efficacia entro pochi mesi, saranno utilizzati su un unico tipologia di servizio urbano. Si è individuato il servizio effettuato a Castellammare di Stabia come servizio dove effettuare la sperimentazione, trattandosi di un servizio a sé stante ed effettuato con un numero ridotto di autobus: non vuole essere certo un motivo di recriminazione nei confronti dei cittadini stabiesi, il cui "comportamento" circa il pagamento del biglietto è del tutto in linea con quanto si presenta nei principali comuni serviti", afferma il Presidente dell'Eav Umberto De Gregorio.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento