Tony Colombo: "Sono stato rapinato. La mia storia d'amore non c'entra nulla"

Il cantante neomelodico parla in un video del raid che ha subito a Secondigliano

Tony Colombo, popolare cantante neomelodico, ha subito nei giorni scorsi una rapina a Secondigliano. Per spegnere le polemiche  ha deciso di dare su Instagram la spiegazione di cosa è accaduto.

"Ci tenevo a fare questo video perché mi piace dare spiegazioni sempre, specie quando girano cose non vere. Si parla di un raid punitivo contro una storia d’amore, ma invece si è trattato soltanto un tentativo di rapina. Nel mio studio ho vari strumenti musicali. Hanno cercato di entrare per rubare, hanno sparato per rompere il vetro, non ci sono riusciti e sono scappati. Siamo delle persone perbene, non c’è stato nessun raid punitivo. Noi viviamo la nostra storia d’amore in modo pulito agli occhi di tutti  e non dobbiamo nasconderci da nessuno", precisa il cantante che invita poi tutti al suo matrimonio il 28 marzo.

Le parole del neomelodico: “Basta speculazioni”

Tony Colombo è successivamente ritornato su quanto effettivamente successo venerdì 2 novembre presso la "House Colombo Dreams", il suo studio di Secondigliano: “Non c’è stato alcun raid punitivo, tentativo di intimidazione, od azioni similari nei confronti miei e della mia compagna - spiega - Nel mio studio ci sono strumenti e attrezzature importanti suscettibili a tentativi di furto. I ladri hanno tentato di accedervi sparando ripetutamente contro il vetro per provocarne la rottura. Non ci son riusciti, essendo il locale protetto da strutture antiproiettile, e quindi si sono dileguati”.

"Né tanto meno l'episodio è collegato ad altri che hanno coinvolto in passato me e/o la mia compagna - continua Colombo - avvenimenti, purtroppo, che succedono all'ordine del giorno a chiunque e di cui spesso si parla solo se coinvolgono personaggi 'mediaticamente appariscenti' o perché  - ahimè - ci sono tante persone che nutrono ancora pregiudizi (addirittura superstizioni) sulla musica neomelodica napoletana".  “Basta speculazioni – prosegue – Ho letto con stupore, poi trasformatosi in rabbia, di una presunta azione finalizzata a intimidire l’amore che lega me e la donna che già considero mia moglie, anche se burocraticamente non lo è ancora. Si trattava di un semplice tentativo di rapina…Lo ripeto, basta speculazioni sul mio nome e sulla mia vita privata per dare notizie infondate”.
“Vivo alla luce del sole – conclude il cantante - condivido con i miei fan non solo la mia musica, ma anche il mio quotidiano. Perciò colgo l’occasione per annunciare che il 28 marzo io e la mia compagna convoleremo a giuste nozze”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

Torna su
NapoliToday è in caricamento