rotate-mobile

"Quel cadavere non è nostro". Macabra scoperta nella tomba del padre

La famiglia Amato si era recata nel cimitero di Poggioreale per depositare nel loculo di famiglia le ceneri della madre. Quando è stato aperto, hanno trovato il corpo di uno sconosciuto, insanguinato e legato con una corda

"Venivamo da mesi di sofferenza per la malattia di mia madre. Dover sopportare anche la profanazione della tomba di famiglia è stato straziante". Luigi e Patrizia Amato sono ancora increduli per quello che gli è successo: trovare il cadavere di uno sconosciuto all'interno del loculo che conteneva già i resti del padre e di uno dei fratelli.

Lunedì 17 hanno perso l'amata madre e, seguendo le sue volontà, l'hanno cremata per poter depositare le ceneri accanto agli altri due familiari. Quando gli operatori della confraternita hanno scostato la lapide la macabra scoperta. "Ci siamo accorti subito che qualcosa non andava. Addirittura, il dipendente della confraternita ha esclamato 'Ma quanti morti ci sono qui dentro'. Una salma enorme, non entrava nemmeno nella tomba che è larga due metri. Ci è sembrato un morto recente perché dal corpo è colata una gran quantità di liquidi misti a sangue che hanno sporcato i resti di nostro padre e nostro fratello". 

Sono seguiti momenti di tensione: "Volevano convincerci che il cadavere fosse il nostro, un'ipotesi assurda. Abbiamo chiamato i carabinieri che hanno messo tutto sotto sequestro". A rendere ancora più macabra la scena, il fatto che la salma fosse legata con una corda. Un dettaglio che fa pensare a un omicidio e alla necessità da parte degli assassini di trovare un posto per nascondere il cadavere. Solo un'ipotesi per il momento perché gli investigatori non hanno fatto trapelare nulla e le indagini sono in corso.

"Vorremmo capire che cosa è successo - afferma Luigi Amato - perché non è possibile che la tomba sia stata profanata senza che nessuno se ne accorgesse. Come se non bastasse, anche l'urna con le ceneri di nostra madre è stata sequestrata e non abbiamo potuto darle l'ultimo saluto. Speriamo che la magistratura dissequestri il prima possibile l'area, così da esaudire il suo desiderio: riposare in pace accanto a mio padre e mio fratello". 

Video popolari

"Quel cadavere non è nostro". Macabra scoperta nella tomba del padre

NapoliToday è in caricamento