rotate-mobile
Cronaca

Test per Medicina sotto inchiesta, Noiconsumatori: "Ora maxi azione legale"

Il presidente dell'associazione, l'avvocato Angelo Pisani, denuncia l'ennesima "vergogna" dovuta anche alla "politica del governo che mortifica il futuro della medicina italiana"

"Caos, sospetti, dubbi, denunce". Così Angelo Pisani, l'avvocato presidente dell'associazione Noiconsumatori, commenta l'inchiesta partita sui recenti test di ammissione a Medicina partenopei.

"Noiconsumatori, che da più di dieci anni denunzia il bluff e vergogna di tale salasso per i giovani aspiranti medici e più volte ha registrato irregolarità durante lo svolgimento dei test di accesso a medicina – va avanti Pisani – sta preparando una maxi azione legale contro le gravi ed ingiustificabili vicende emerse durante lo svolgimento dell'ultimo concorso per l'ammissione alla facoltà di Medicina".

Medicina, test d'ingresso sotto inchiesta

Il presidente dell'associazione di consumatori critica inoltre "la politica del governo che mira a mortificare il futuro della medicina italiana", ed "esprime solidarietà agli studenti mortificati e avviliti in tanto caos". La richiesta è di "trasparenza e giustizia per tutti coloro che vogliono definitivamente mettere fine ai test truccati con un'altra maxi azione azione legale che l'associazione sta predisponendo, come già fatto nel 2003 quando si fece giustizia di errori e discriminazioni e si permise a onesti studenti di ripetere la prova per l'ingresso a medicina".

Pisani conclude così: "Dobbiamo pretendere trasparenza e legalità nell'espletamento dei test e mettere la parola fine al mercimonio che gira intorno al concorso a medicina prima e nello svolgimento dei test, che tra l'altro non devono negare la possibilità di indossare un camice bianco tanti giovani italiani".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Test per Medicina sotto inchiesta, Noiconsumatori: "Ora maxi azione legale"

NapoliToday è in caricamento