rotate-mobile
Cronaca

Test di Medicina truccati alla Federico II: salgono a sei gli indagati

Nel mirino un addetto già indagato insieme a un poliziotto e a un carabiniere. L'inchiesta aperta dalla Procura della Repubblica

Sarebbero sei le persone convolte nell’indagine del pool reati contro la pubblica amministrazione della procura di Napoli. Dubbi sulla regolarità del test di accesso alla Facolta di Medicina che si è svolto a Monte Sant’Angelo il 5 settembre e ha visto la partecipazione di 4604 candidati per le 462 immatricolazioni in palio per il numero chiuso.

Sessanta domande a risposta multipla da risolvere in cento minuti. Qualcuno, la notte prima della prova, dall’interno dell’Ateneo avrebbe comunicato a terzi le risposte esatte dei quesiti.

L’inchiesta, come riporta Il Mattino, è stata aperta dalla Procura della Repubblica, ipotizzando il reato di corruzione al culmine di una serie di indagini svolte dalla polizia giudiziaria.

Iscritti nel registro degli indagati, in un primo momento, l'assistente di una delle biblioteche cittadine e suo marito, ex impiegato della Federico II. Adesso sarebbero coinvolti anche un faccendiere, un poliziotto, un carabiniere e il figlio di uno dei due esponenti delle forze dell’ordine.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Test di Medicina truccati alla Federico II: salgono a sei gli indagati

NapoliToday è in caricamento