rotate-mobile
Cronaca Terzigno

Terzigno: scontri tra polizia e manifestanti sui rifiuti

Bruciati due autocompattatori, lacrimogeni per disperdere la folla, un manifestante fermato. Ferito il vice questore aggiunto Sergio Di Mauro, dirigente del commissariato di Acerra.

Tensione alta anche a Terzigno. La protesta vede ormai da giorni i residenti di diversi comuni della zona vesuviana ribellarsi di fronte alla paventata ipotesi di realizzare una seconda discarica nel Parco del Vesuvio dopo quella già in funzione e che ha provocato pesanti disagi ai cittadini.

La scorsa notte sono stati dunque bruciati due autocompattatori. Inoltre si sono verificati una serie scontri tra manifestanti anti discarica e polizia. Le forze dell'ordine hanno fatto largo ai mezzi che dovevano sversare dopo che era scattato un blocco stradale sulla rotonda che porta al sito.

E' a questo punto che è scattato il contatto fisico con le persone che cercavano di opporsi al passaggio. Il risultato: lacrimogeni per disperdere la folla, un funzionario di polizia leggermente ferito e un manifestante fermato anche se nessun provvedimento è stato ancora disposto.

A ciò si aggiunge il ferimento al volto per colpa di un sasso del vice questore aggiunto Sergio Di Mauro, dirigente del commissariato di Acerra. Ieri sera l'uomo stavano cercando di fare opera di mediazione con i manifestanti per consentire il passaggio dei camion diretti alla discarica di Terzigno. Medicato all'ospedale di Scafati con dieci punti di sutura, Di Mauro ha ricevuto una prognosi di dieci giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzigno: scontri tra polizia e manifestanti sui rifiuti

NapoliToday è in caricamento